QUARTO – E’ di oltre 10 milioni di euro il valore dei beni finiti sotto sequestro da parte dei carabinieri nei confronti dei clan Orlando e Nuvoletta-Lubrano, i primi divenuti egemoni nella gestione del malaffare tra Quarto, Marano e Villaricca.

QUOTE DI UNA SCUOLA PRIVATA – L’operazione, che ha visto impegnati i militari del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, trae origine dalla indagini della Direzione distrettuale antimafia di Napoli e che riguarda 16 persone ritenute attigue ai due clan. Tra i beni finiti sotto sequestro una lussuosa imbarcazione di 15 metri ormeggiata nel porto di Pozzuoli e ben 18 cavalli da corsa, oltre a 78 conti correnti e postali, quote societarie di diverse attività commerciali, quote di maggioranza di una scuola privata, 23 da ville e appartamenti e 10 veicoli.

30 ARRESTI NEL BLITZ DI APRILE – Lo scorso aprile, il clan Orlando venne decapitato nel corso di un blitz che portò a 30 arresti. Secondo l’Antimafia di Napoli, il gruppo sarebbe subentrato ai Polverino dopo gli arresti e le pesanti condanne degli ultimi anni. Estorsioni e droga, queste le voci principali del bilancio del clan emergente, che avrebbe iniziato a dettare legge a partire dal 2015.