QUARTO – Ha aperto ufficialmente i battenti ieri, dotando la città di un impianto sportivo di primissima qualità. Si chiama Mian sport village la nuova struttura di via Dante Alighieri, ed è stato realizzato dalla famiglia di imprenditori edili Micillo.

IN MEMORIA DI ANDREA MICILLO – Chiaro, nel nome, il riferimento al capostipite Andrea Micillo, scomparso circa tre anni fa. Ed è proprio nel suo ricordo che i suoi quattro figli hanno voluto compiere l’impresa, con tanto di effige a lui dedicata. A campeggiare su una delle pareti che portano agli spogliatoi, un’immagine che lo ritrae da giovane con indosso una maglia da calcio ed una frase che testimonia il suo amore per lo sport: «Da bambino il mio unico desiderio era giocare a calcio e che i miei genitori potessero accompagnarmi al campetto».

Uno degli spogliatoi della struttura, quello dedicato al Bayern Monaco

TELECAMERE PER LE PARTITE – Ben tre i campi in erba sintetica di ultima generazione, due da “calcetto” ed uno di dimensioni regolamentari omologato dalla Lega nazionale dilettanti. Suggestivi gli spogliatoi – otto per il calcetto e quattro per il calcio a 11 – ognuno con colori e loghi delle principali nazionali e club di calcio di tutto il mondo. Ognuno è dotato di docce, impianto di riscaldamento, fon, specchi ed erogatori di sapone. Le partite sono immortalate da diverse telecamere fisse mediante le quali è possibile guardarle attraverso i monitor all’interno di terrazze al coperto con vetrate che affacciano direttamente sui manti verdi. Al termine dei match, inoltre, è possibile avere il dvd con la registrazione integrale dell’incontro.

GRATIS PER SCUOLE E PARROCCHIE  – E poi ancora una sala giochi, gradinate, 60 posti auto, una tensostruttura per vari utilizzi ed un bar. Un investimento da oltre un milione di euro, ma che presto potrebbe anche allargarsi con la realizzazioni di altre strutture sportive. La struttura, infine, è destinata all’utilizzo gratuito da parte di scuole non fornite di palestra e per le parrocchie.