Il coordinatore del PD Francesco Dinacci

QUARTO – Prosegue la battaglia del PD di Quarto a favore dell’acqua pubblica «I cittadini hanno espresso in modo chiaro forti perplessità ai Commissari Prefettizi sui nuovi progetti di regolamentazione del servizio idrico a Quarto, chiedendo che fosse rispettata la natura “pubblica” della risorsa acqua, come richiesto anche dal referendum del giugno 2011ha affermato Francesco Dinacci, componente Segreteria Regionale PD Campania – Alla fine, dopo molte settimane di incontri e iniziative, con la delibera n.47 della Giunta Comunale, è evidente che sono prevalse le ragioni del dialogo tra le parti, rendendo possibile affrontare per il futuro il tema abbandonando un sovraccarico ideologico che nuocerebbe all’interesse del Comune, scegliendo, invece, condizioni positive per i cittadini».

 

QUADRO NORMATIVO PIU’ CHIARO – La soddisfazione – prosegue il leader territoriale dei Democratici –  è poi rafforzata dal fatto che, proprio in questi giorni di conclusione del confronto, è stato approvato dal Consiglio dei ministri  il Ddl Ambiente collegato alla Legge di Stabilità , un provvedimento corposo che si occupa di protezione della natura, valutazione di impatto ambientale, acquisti ed appalti verdi, gestione dei rifiuti, difesa del suolo, servizio idrico, e in cui, per prima volta, viene introdotta nel nostro ordinamento una tariffa sociale per l’acqua. In questo modo, anche con l’intervento atteso del Consiglio Regionale della Campania,  il quadro normativo sarà più chiaro e coerente, in modo da attivare politiche ambientali virtuose, capaci di rendere anche il sistema del servizio idrico integrato più moderno ed efficace».