Un modello di fucile sequestrato dalla Polizia

NAPOLI – Poco dopo le tredici di ieri, i poliziotti del commissariato Secondigliano, sono intervenuti in via C. Filomarino, dove un uomo era stato attinto alla spalla destra da un proiettile sparato da un’arma ad aria compressa. I poliziotti hanno accertato che l’uomo era stato ferito alla spalla da un piombino dopo che questi aveva perforato la tapparella in PVC della finestra della camera da letto; a sparare il colpo era stato un giovane D.P. 27 enne che, dal cortile di uno stabile di Via del Cassano, stava “provando” un fucile ad aria compressa caricato a pallini da poco acquistato, il quale si era anche scusato per l’accaduto.

 

DENUNCIATO – Il giovane convocato in Commissariato ha raccontato l’accaduto scusandosi per quanto accaduto e consegnava il fucile ad aria compressa cal. 4.5 marca “Diana” mod. F 240 Classic, acquistato circa 4/5 mesi prima in un mercato delle pulci di Caserta, unitamente a 626 piombini cal. 4,5 custoditi in una scatola di latta. Il giovane è stato è stato denunciato in stato di libertà all’A.G. per i reati di lesioni colpose, danneggiamento, getto di cose pericolose, detenzione e porto abusivo di arma comune da sparo, acquisto di arma comune da sparo sprovvisto di Nulla Osta. L’arma ed i piombini sono stati sottoposti a sequestro.