Il dottor Rosario Porzio

SALUTE – Comincia la stagione fredda ed il nostro organismo diventa immediatamente più sensibile a batteri e virus, soprattutto se lavoriamo in ambienti chiusi e se subiamo l’inquinamento delle grandi città e il fumo passivo che non è ancora del tutto un problema del passato. La prima sostanza da assumere giornalmente è l’Acido Ascorbico, noto universalmente come Vitamina C, una vitamina idrosolubile, cioè solubile in acqua. La Vitamina C è uno degli antiossidanti più potenti conosciuti, dosi elevatissime pare abbiano addirittura proprietà anticancro ma naturalmente un uso improprio può comunque determinare effetti collaterali, quindi va sempre consultato il medico nel caso si volessero ingerire mega dosi.

 

LE DOSI SUFFICIENTI – per un organismo adulto sono generalmente indicate tra i 30 ed i 60 mg al giorno ma in autunno inoltrato ed in inverno consiglio almeno 500 mg di Vitamina C possibilmente “su base naturale”, arricchita cioè di Bioflavonoidi, di Acerola e Rosa Canina anche se i “tradizionali” Cebion e Redoxon sono comunque buoni prodotti. Per i forti fumatori consiglio 1 grammo al giorno. La Vitamina C promuove l’efficienza del sistema immunitario, lo potenzia attivando i più importanti enzimi deputati alla difesa dell’organismo. La Vitamina C e’ inoltre un potente antistress e associato ad Echinacea,Astragalo e Propoli, offre uno scudo antibatterico ed antivirale notevolissimo. Molto interessante è anche l’aggiunta alla nostra alimentazione di Zinco (15 mg circa) al giorno che con la Vitamina C potenzia ulteriormente il sistema immunitario.

 

ALTRI INTEGRATORI – utili contro il raffreddore e le patologie invernali sono la Vitamina A e la E, ottimi anche il Resveratrolo, il Tè Verde, il Melograno, i Broccoli e la Curcuma, da assumere come estratti secchi titolati in principi attivi funzionali e contenuti in capsule. A tavola ricordare la regola “naturale” del 5 e dei 5 colori, viola, rosso, bianco, arancio e verde: cioè cinque pasti di frutta e verdura divisi durante il giorno. Variare sempre i colori degli alimenti per ingerire la massima quantità di principi attivi quali antociani e polifenoli (frutti o verdure viola, mirtilli e radicchio per esempio, frutta e verdure rosse fragole e mirtilli rossi, frutta bianca, banana, mela e pera, frutta arancio, mandarino e albicocca per esempio, frutta e verdure verdi kiwi, rucola e via dicendo).

 

DOTTOR ROSARIO PORZIO