POZZUOLI – Si è svolta nel pomeriggio di ieri la presentazione del nuovo progetto scientifico-letterario Puteoli Cumae Misenum. Studi di storia antica, rivista curata dal Professor Giuseppe Camodeca, ordinario di Storia romana e Epigrafia latina all’Università l’Orientale di Napoli. Al tavolo anche Maria Teresa Moccia di Fraia, assessore alla cultura del Comune di Pozzuoli, Annalisa Manduca, giornalista Rai e figlia del compianto avvocato Mario Manduca, Flavia Guardascione, archeologa e già assessore al Comune di Bacoli.

IL PROGETTO – Insieme i relatori hanno spiegato i motivi del progetto, nato sulle ceneri della rivista Puteoli, muta ormai da 26 anni, nata nel 1977 ad opera di molti studiosi e appassionati puteolani e non, tra cui spiccava la figura di Mario Manduca, curatore della rivista e grande appassionato di studi di antichità dei Campi flegrei. Annalisa Manduca ha ricordato proprio la passione che il padre aveva per la terra flegrea e l’impegno certosino e coraggioso che vi ha profuso. La figura dell’avvocato Manduca ancora riecheggia con tutta la sua imponenza presso i circoli di studiosi e appassionati degli studi classici dell’area flegrea e a lui è andato il tributo della platea e dei relatori, che inoltre a lui dedicano il primo numero della nuova rivista.

 

ONLINE – La nuova Puteoli viene presentata on line, in una forma editoriale accessibile a tutti e con la possibilità di interazione tra il sito web e quanti vorranno parteciparvi. A curare il sito è Lorenzo Manduca nipote del grande Mario Manduca. La rivista fa capo ad un’associazione culturale tra i cui fondatori spiccano, oltre ai relatori della serata, inoltre il Dottor Carlo Pubblico, Il preside Professor Francesco Gentile.

LE FOTO