Il commissariato di Polizia di Pozzuoli

POZZUOLI – Lo scorso dicembre aveva violato gli arresti domiciliari per andare a rubare all’interno della chiesa Sant’Artema di Monterusciello, ma ora gli si sono aperte le porte del carcere. A Poggioreale è finito il 52enne Gaetano Orabona, ancora ai domiciliari a casa della madre, dove hanno bussato gli agenti del commissariato di piazza Italo Balbo.

LA DECISIONE DEL MAGISTRATO – I poliziotti hanno  accertato che il 52enne, nei giorni scorsi, aveva più volte violato gli obblighi a cui era sottoposto. L’informazione è finita nelle mani del Magistrato di Sorveglianza, il quale ha deciso per l’aggravamento della misura. Orabona sta scontando 20 mesi per furto. Era il 14 dicembre scorso quando l’uomo venne sorpreso dai carabinieri a forzare uno degli ingressi della chiesa di via Modigliani. Con sé aveva diversi attrezzi da scasso. A dare l’allarme fu uno dei fedeli, insospettito dalla presenza del 52enne.