La fila di auto in sosta vietata a via Pergolesi

POZZUOLI – Era l’ultimo Consiglio Comunale quando nel bel mezzo dell’assise fecero irruzione, per protesta, residenti e negozianti di via Pergolesi: motivo della protesta il divieto di sosta posto su entrambi i lati lungo tutta la strada. In pratica, quindi,  nessuna possibilità di parcheggio per i residenti e per i clienti dei numerosi esercizi commerciali posti lungo lo stradone che collega il porto con la parte alta della città e piazza Capomazza. Ad accogliere la delegazione furono il Sindaco Vincenzo Figliolia e l’assessore con delega alla viabilità Francesco Fumo, che assicurarono un intervento immediato per risolvere la controversa situazione.

LA SOLUZIONE – La “soluzione” trovata dall’amministrazione di Pozzuoli pare essere un rimedio totalmente “puteolano”: chiudere non solo uno ma entrambi gli occhi. A distanza di due mesi infatti i divieti restano ma le auto sono parcheggiate tranquillamente su ambo i lati della strada. Si è scelto quindi di non scegliere, non solo lasciando le cose così come stanno, ma anche non effettuando il controllo delle irregolarità. La cosa strana è che a poche decine di metri, sul porto, i controlli sono serrati mentre a via Pergolesi si è scelta la tolleranza più assoluta: fin quando non arrivano le multe pare la soluzione che accontenta tutti, ma certo non può essere questa la soluzione.

LE MANI LEGATE – Sulla questione in realtà l’amministrazione ha le mani legate. Difatti la scelta di interdire il parcheggio su ambo i lati non si può considerare scelta discrezionale del Comune di Pozzuoli ma semplicemente il rispetto delle leggi comunitarie in tema di circolazione. Via Pergolesi non sarebbe abbastanza larga per consentire la sosta nemmeno su un solo lato. Per permetterla quindi si dovrebbe tornare alla soluzione del senso unico, scelta questa fortemente contrastata da residenti e gestori di esercizi commerciali.

ANGELO GRECO