Il Tempio libero da e melma ed acqua

POZZUOLI – Dopo che per mesi il “Tempio di Serapide” è stata una vera e proprio palude, con acqua stagnante, melma e tanto di rane ecco che il Macellum Serapeo è tornato alla normalità. L’acqua e la melma presenti sulla pavimentazione sono state totalmente asportate con il marmo bianco che è uscito a far bella mostra di se.

IL PROBLEMA – Come risaputo il problema che si presenta nel Tempio di Serapide è dovuto dal cattivo funzionamento delle pompe idrovore che non aspirano l’acqua che si accumula sul fondo dopo le piogge finendo per appantanarsi. Il fenomeno per ovvie ragioni è più drastico nel periodo estivo, perché con la scarsità di piogge l’acqua dopo pochi giorni diventa pantano maleodorante. Per ora il problema è risolto, ma alla prima pioggia se non si sostituiranno le pompe si ripresenterà l’acquitrino. Una situazione di precarietà che va avanti da diversi anni senza si riesca a trovare una soluzione definitiva. Ogni tanto arriva la pulizia straordinaria a riportare pulizia, ma dopo le prime piogge si è di nuovo punto e daccapo.

ANGELO GRECO
LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]