Da sinistra: Gennaro Di Costanzo - Crescenzo Di Lauro - Pasquale Di Costanzo - Nicola Pisano

POZZUOLI – Per venti lunghi anni hanno costretto le loro vittime a pagare il pizzo al clan. Come nel caso del titolare di un’azienda edile, che dal 1993 è stato costretto a pagare ogni volta 1500 euro. Poi 6 anni dopo fu la volta del proprietario di un’officina meccanica, a cui toccò la stessa sorte: finito nella morsa del racket, è stato costretto per 14 anni a versare nelle casse del clan ben 5mila euro l’anno. Ad assoggettare le vittime, una gang composta da 4 persone, che hanno portato avanti le estorsioni ai danni di imprenditori puteolani per alimentare le casse del clan egemone in città, fino al 29 luglio scorso, quando i Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli hanno fermato 4 persone ritenute dagli inquirenti appartenenti al clan “Longobardi-Beneduce” di Pozzuoli.

 

GLI ARRESTATI – Si tratta dei fratelli Pasquale di Costanzo 40 anni e Gennaro di Costanzo 34 anni, Crescenzo di Lauro  44 anni e Nicola Pisano 38 anni, tutti già noti alle forze dell’ordine. Nei loro confronti il GIP ha confermato la disposizione di custodia cautelare dopo il fermo del Pubblico Ministero della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli con l’accusa di estorsione aggravata continuata e per associazione a delinquere di tipo mafioso. I quattro attualmente si trovano nel carcere di Secondigliano.

 

ESTORSIONI DECENNALI – Nel corso di indagini coordinate dalla DDA i militari dell’arma hanno accertato che i quattro, a vario titolo, avevano costretto da anni i titolari di un’officina meccanica e di una impresa edile a pagare il pizzo al clan. In dettaglio, è stato accertato che il titolare dell’officina meccanica aveva pagato 5 mila euro all’anno a partire dal 1999 e che titolare dell’impresa edile aveva ogni anno mille e 500 euro a partire dal 1993.

 

SOS IMPRESA – «Complimenti a forze dell’ ordine e carabinieri in primo luogo. “Sos Impresa” e vicina alle vittime alle quali è disponibile a prestare tutta l’ assistenza necessaria» – ha dichiarato il presidente nazionale di SOS Impresa Luigi Cuomo appena appresa la notizia dei 4 arresti messi a segno dai Carabinieri di Pozzuoli.

 

GENNARO DEL GIUDICE

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]