Il blocco di 10 giorni fa

POZZUOLI– Era il 14 febbraio scorso quando una voragine apertasi a pochi metri dalla galleria che collega la stazione di Cantieri a quella di Pozzuoli  spezzava in due la linea della Cumana. Oggi ad esattamente 10 giorni di distanza dal quella circostanza è accaduta la stessa identica cosa.  Erano da poco passate le 8 quando i treni venivano bloccati dagli addetti alla strada ferrata i quali notavano la voragine aprirsi sotto i binari. E come accaduto 10 giorni fa la voragine si è aperta ancora una volta a causa delle infiltrazioni provenienti dalla sottostante conduttura idrica dell’acquedotto di Pozzuoli, che evidentemente è stata interessata ad una nuova perdita.

DISAGI –  In questo momento la stazione di Cantieri è isolata, con i treni provenienti da Torregavata che si fermano ad Arco Felice e quelli partiti da Montesanto che si fermano a Pozzuoli. Contatta la Sepsa ha candidamente riposto “Non sappiamo dirvi se in questo momento è in funzione un servizo navetta”, difficile che si trovi un autubus in grado di coprire il breve tratto, dato che già quotidianamente molte corse degli autobus sono soppresse per mancanza dei mezzi quindi come al solito i passeggeri dovranno arrangiarsi. Ora sta agli uomini dell’acquedotto di Pozzuoli riparare la conduttura dopodiché la Sepsa potrà provvedere al riprIstino del terreno sottostante i binari e ristabilire così la linea. Operazione quesAe che difficilmente potrà essere esaurita prima della tarda serata.

AG