POZZUOLI – La Giunta comunale di Pozzuoli ha approvato l’istituzione di una borsa di studio intitolata ad Antonio Testa, artista, filosofo, studioso e docente puteolano. La borsa di studio, che ha ottenuto il patrocinio morale dell’ente flegreo, è biennale ed è riservata a giovani laureati in discipline umanistiche (Filosofia, Arte, Letteratura), residenti nei Campi Flegrei. I partecipanti dovranno realizzare progetti di ricerca da svolgersi presso il Polo Culturale di Palazzo Toledo. L’ammontare complessivo della borsa di studio è di 4.000 euro, messi a disposizione dalla professoressa Maria Gaita, che ne ha proposto l’istituzione. Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il 30 settembre 2017 al Polo Culturale di via Ragnisco (tutte le informazioni sono reperibili sul sito istituzionale del Comune).

LA COMMISSIONE – La commissione giudicatrice (comitato scientifico) è composta da esponenti di diversi settori culturali: Ugo Piscopo (poeta, critico letterario e artistico, presidente della commissione), Alfonso Artiaco (assessore alla Cultura del Comune di Pozzuoli, gallerista), Alessandro Carandente (direttore della rivista “Secondo Tempo”), Rosario Capuano (scrittore), Salvatore Casaburi (scrittore, giornalista, critico letterario e artistico), Iaia de Marco (docente di letteratura portoghese e scrittrice), Carlo Faiello (cantautore e compositore), Mimmo Grasso (poeta, saggista e critico letterario), Sergio Lambiase (scrittore, giornalista, critico letterario e artistico), Carmine Lubrano (poeta e artista), Nicola Magliulo (docente e filosofo), Angelo Miranda (referente della Biblioteca civica “R. Artigliere”, curatore dei circa 400 volumi appartenuti a Testa e donati alla biblioteca), Giovanni Pugliese (docente, ricercatore della Storia di Monte di Procida).

LA BORSA DI STUDIO – Obiettivo del primo anno di studio è la raccolta e la catalogazione della produzione teorica di Antonio Testa con lo scopo di integrare i contributi del volume “Saggi e interventi – da Michelstaedter a Batenson”. Accanto al lavoro di ricerca dei testi, il borsista dovrà reperire materiali di varia natura che approfondiscano la variegata produzione di Antonio Testa. Nel secondo anno è previsto l’approfondimento tematico sul pensiero eretico ed errante di Antonio Testa a scelta tra uno dei seguenti temi: Mito, Natura, Cultura; Soggettività, Modernità, Contaminazione; Mediterraneità ed Attualità.