La filiale del Banco di Napoli rapinata questa mattina

POZZUOLI –  Assalto armato nella tarda mattinata di oggi (13 gennaio) alla filiale del Banco di Napoli di Pozzuoli. Ad agire sarebbero stati quattro rapinatori che armati di fucili a canne mozze sono entrati all’interno dell’ufficio di credito seminando il panico tra i clienti e i dipendenti. Il raid è avvenuto in un orario di punta, poco dopo le 12 quando il commando ha fatto irruzione nei locali di via Terracciano a poche decine di metri dall’ufficio centrale delle Poste Italiane negli ultimi tempi tartassato da furti e rapine. Il bottino della rapina è stato di circa 4mila euro. Denaro che i rapinatori hanno prelevato da una cassa prima di darsi alla fuga. Sul caso stanno indagando gli agenti del commissariato di Polizia di Pozzuoli e gli uomini della Scientifica diretti dal Vicequestore aggiunto Michele Cante che in queste ore stanno dando la caccia al commando.

Il Banco di Napoli di via Terracciano

CACCIA AL COMMANDO – Utili alle indagini per risalire all’identità dei banditi saranno le riprese delle telecamere di videosorveglianza installate dentro e fuori la Banca che sono state  acquisite dagli inquirenti. Nei fotogrammi, che accompagneranno le testimonianze delle persone che hanno assistito alla rapina, potrebbero esserci tracce utili a disegnare l’identikit dei malviventi. I quali, secondo le prime ricostruzioni, avrebbero agito in quattro muovendosi, a quanto pare, a bordo di due motociclette di grossa cilindrata. E noncuranti della centralità della Banca che sorge nei pressi di Piazza Capomazza, zona particolarmente trafficata. A poche decine di metri c’era perfino una pattuglia di agenti di polizia municipale impegnati all’incrocio semaforico.

IL RAID –  Una volta giunti all’ingresso dell’istituto di credito un componente della banda si sarebbe fatto strada tra i clienti mentre fuori i complici gli coprivano le spalle. Dentro l’uomo intimava ad uno dei cassieri di consegnare l’incasso. Il tutto avveniva sotto gli occhi dei clienti presenti nell’ufficio. A quel punto, preso il bottino, i rapinatori si davano alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Impietriti i presenti che non potevano fare altro che lanciare l’sos agli agenti del vicino Commissariato di Polizia.

ESCALATION CRIMINALE –   L’episodio di oggi è solo l’ultimo di una lunga sequenza di furti e rapine che nelle ultime settimane si sono registrare su tutto il territorio dei Campi Flegrei. Appena 10 giorni fa infatti fu assaltato da rapinatori armati un supermercato MD nel Rione Toiano di Pozzuoli e nella stessa notte una tabaccheria di Bacoli, dove i malviventi con una bomba-carta fecero saltare in aria il distributore di sigarette impossessandosi dell’incasso.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]

LE FOTO (di Angelo Greco)
[cronacaflegrea_slideshow]