La corsia di imbarco del Porto di Pozzuoli

POZZUOLI – Domenica mattina due turisti tedeschi sessantenni sono stati derubati di valigie, indumenti, documenti e soldi dopo aver lasciato la loro auto incustodita sul porto di Pozzuoli in attesa di imbarcarsi per Ischia. I due hanno lanciato un appello affinché siano ritrovati e riconsegnati loro documenti e certificati di nessun valore economico, tra cui cartelle cliniche, dichiarazioni di reddito e certificati di studio, promettendo una ricompensa a chi li ritrovasse.

IL RAMMARICO – Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia si è detto estremamente dispiaciuto per quanto accaduto ed ha chiesto scusa a nome della città ai due turisti tedeschi. “Faremo pubblicare il loro appello sul sito del Comune e dirameremo una informativa agli agenti di polizia municipale e agli ispettori della Nettezza Urbana – ha detto il sindaco – affinché facciano attenzione a documenti in lingua tedesca che eventualmente dovessero ritrovare per le strade della città. Chiederò inoltre al prefetto di Napoli e alle forze dell’ordine di intensificare i controlli sul porto in considerazione del fatto che con la stagione estiva aumenterà in città e agli imbarchi la presenza di turisti”.