L'ingresso dei cantieri nautici Maglietta

POZZUOLI – Tragedia ieri pomeriggio all’interno dei cantieri nautici Maglietta. Un uomo ha perso la vita cadendo da una barca che era all’interno di uno dei capannoni. Erano circa le 17 quando Domenico Barone, 70enne,  residente nel comune di Monte di Procida, sarebbe scivolato mentre era a bordo di un motoscafo, facendo un volo di oltre due metri schiantandosi violentemente sull’asfalto. Barone non era un dipendente del cantiere ma fiduciario del proprietario del motoscafo dal quale è tragicamente caduto.

SEQUESTRATA LA SALMA – Sull’accaduto in queste ore stanno indagando gli uomini del Commissariato di Polizia di Pozzuoli coordinati dal Vice Questore Michele Cante. Il PM di turno ha disposto il sequestro della salma e predisposto l’autopsia per stabilire le cause del decesso. La salma, nella tarda serata di ieri, è stata trasportata presso il Secondo Policlinico di Napoli.

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI – In queste ore si cerca di ricostruire bene la dinamica dei fatti. Sarebbe ancora da stabilire se a causare la caduta e la conseguente morte dell’uomo sia stata una tragica fatalità o un malore. Il 70enne, intento alla manutenzione del natante, potrebbe essere scivolato accidentalmente e finito fuori da esso; oppure un malore avrebbe potuto causare la caduta e la conseguente tragedia. Intanto si cerca anche di capire se ci siano eventuali responsabilità e se siano state attuate tutte le misure di sicurezza: la sensazione comunque è che la tragedia sia stata frutto solo di una tragica fatalità.

IL CORDOGLIO DEL SINDACO DI POZZUOLI – Intanto sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia che ha espresso a nome proprio e della cittadinanza il cordoglio per la morte di Domenico Barone «Sono vicino alla famiglia e ai colleghi di Domenico Barone per la tragedia consumatasi sul luogo di lavoro – ha dichiarato il sindaco Vincenzo Figliolia – Toccherà adesso alla magistratura compiere ogni accertamento. Per quanto ci riguarda, come amministrazione, siamo da mesi impegnati in una campagna di sensibilizzazione al rispetto delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro per prevenire altri eventi tragici che troppo spesso hanno funestato la nostra comunità».