Paolo Tozzi durante l'ultimo consiglio comunale

POZZUOLI –  Si trova davanti a un bivio l’ex presidente del consiglio comunale Paolo Tozzi, oggi unico consigliere comunale dei Verdi: da una parte c’è l’apertura da parte del Sindaco e dei compagni di coalizione che lo hanno “ripudiato”; dall’altra, l‘uscita dalla maggioranza. “In questi ultimi 15 giorni non è cambiato nulla, aspetto un’apertura che nelle intenzioni dovrebbe essere immediata e politica. C’era stato qualche segnale ufficioso che sarebbe dovuto diventare ufficiale prima della pausa estiva entro il 10 agosto” – ha rivelato 15 giorni fa e poi confermato oggi  Paolo Tozzi che però sembra “assolvere” il Sindaco Figliolia da questa ormai “anomala” e “paradossale” situazione – “Il Sindaco dice che la questione non è solo la sua ma dei gruppi. C’era da fare un ragionamento con tutte le forze di maggioranza e sembra che sia stata fatta”. Ma intanto, è stato trattato da “uomo di minoranza” nella composizione delle commissioni consiliari venendo escluso dalle presidenze.

Il Sindaco Vincenzo Figliolia

COALIZIONE –   “E’ una questione di coalizione. C’erano da fare dei ragionamenti, passaggi con i vari gruppi” ha spiegato. Ma intanto, mentre i partiti hanno “diviso” assessorati e presidenze, ai Verdi non sono state date nemmeno le “briciole”.  Insomma, Tozzi che ha raccontato più volte di aver avuto conferme della sua candidatura nelle fila del centrosinistra dallo stesso sindaco fino a pochi giorni prima della presentazione delle liste, a 3 mesi dall’elezione del Sindaco Figliolia e dei 24 componenti del consiglio comunale è ancora fuori dalla maggioranza.  Oltre ad avere contatti col Sindaco, ha parlato con i suoi colleghi di coalizione? “Si, c’è stato qualche approccio ma solo in maniera informale”.

ULTIMATUM –  Per quanto tempo ancora è disposto ad aspettare? “Non posso sempre rimanere in attesa, attendere ad oltranza. Credo che prima della pausa estiva si possa arrivare ad una soluzione”. E qualora non dovesse arrivare sarebbe disposto anche ad uscire dalla maggioranza? “A quel punto si, sarei anche disposto a prendere in considerazione decisioni più drastiche come quella lasciare la maggioranza” ha ripetuto questa mattina a 24 ore dal Consiglio Comunale di giovedì.

GENNARO DEL GIUDICE