POZZUOLI – “L’international street food, annullato a causa di un disguido tra amministrazione ed organizzatori dell’evento, è stato una figuraccia colossale da parte dell’amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo Figliolia.” Lo scrive il movimento Pozzuoli ORA! in un comunicato stampa in cui rilancia le accuse dopo l’annullamento dell’evento in programma per lo scorso fine settimana al Parco Urbano di via Vecchia delle Vigne, a Pozzuoli. «Quello che è accaduto in questo fine settimana – spiega Raffaele Postiglione – è una figuraccia di una portata internazionale. Come al solito a Pozzuoli chi vuole fare qualcosa di buono i trova impigliato in lungaggini burocratiche non indifferenti. Già tre anni fa denunciavamo il caos burocratico che ci voleva per organizzare un qualsiasi evento, ad oggi, con sommo dispiacere, notiamo che non solo avevamo ragione ma che ancora nulla è stato fatto in merito. Possibile – continua Postiglione – che in una città dove il turismo dovrebbe essere protagonista per organizzare un evento bisogna essere rimpalli tra i vari uffici?»

LA CONDANNA – «Assurdo che una kermesse del genere si fermi per mancanza di autorizzazioni. Possibile che in quest’amministrazione la mano destra non sa quello che fa la sinistra? Noi – continua Postiglione – proponiamo una soluzione semplice, ma che i mediocri di questa amministrazione non riescono nemmeno a realizzare: ufficio unico per gli eventi e snellimento burocratico per l’occupazione di suolo pubblico, che ad oggi vuole una comunicazione anticipata di circa trenta giorni». Nemmeno la location, però, soddisfa pienamente il candidato sindaco Postiglione: «I grandi eventi sono un’opportunità, ma lo devono essere per la città tutta, non solo per il centro storico. Parliamo tanto di riqualificazione, valorizzazione delle periferie, e poi? Quando ci sono eventi del genere, così grandi, che hanno bisogno di spazi ampi, non abbiamo il coraggio di proporre la periferia agli organizzatori? Per noi tutti i grandi eventi vanno dirottati nelle periferie, prevedendo una fiscalità di vantaggio per gli organizzatori che scelgono quelle location. Lancio una provocazione al sindaco Figliolia, che ad oggi sembra essersi auto eletto come risolutore dei problemi del Mondo: faccia fare l’evento a Monterusciello, dove ci sono ampi spazi, parcheggi, strade ampie e nessun problema di traffico».