Uno dei gatti uccisi dal veleno

POZZUOLI –  Quattro gatti avvelenati e un cane trovato agonizzante. E’ la mattanza messa in atto per eliminare una colonia di felini in un condominio del Rione Toiano dove qualcuno ha seminato bocconi di cibo avvelenati. La scoperta è stata fatta nella mattinata di martedì in un condominio del quartiere puteolano. Qui un gatto appartenente ad una folta e curata colonia felina è stato ritrovato agonizzante su di un muretto di recinzione. Immediatamente l’animale veniva trasportato nella più vicina clinica veterinaria dove veniva constatato il decesso dovuto ad avvelenamento. Poi nelle prime ore del pomeriggio la scoperta della morte di altri 3 felini da parte dei residenti. Gli animali avevano cessato di respirare dopo un’agonia durata alcune ore e dovuta all’effetto del veleno mischiato probabilmente alla crocchette offertegli da qualcuno come un invitante pasto.

Le crocchette avvelenate

L’INTERVENTO DELLA POLIZIA –  A quel punto i residenti chiedevano l’intervento delle forze dell’ordine. Sul posto giungeva una volante del Commissariato di Polizia diretto dal Questore Michele Cante. Gli agenti constatavano la tremenda morte dei felini e cristallizzavano la presenza in alcuni posti di ciotole con cibo apparentemente avvelenato e da cui probabilmente i felini avevano mangiato. I gatti della colonia felina, registrati presso la Asl Na2 Nord e curati dagli abitanti del condominio, venivano trasportati all’Istituto Zooprofilattico di Portici che provvederà all’autopsia sui poveri mici ed all’analisi delle crocchette per verificare quale veleno sia stato utilizzato e da dove provenga. Sulle tracce dell’avvelenatore ci sono i poliziotti. Qualora venisse accertata la responsabilità il colpevole, secondo l’articolo 544 bis del codice penale, rischia da 3 a 18 mesi carcere.

CACCIA AL COLPEVOLE –  “Chiunque, per crudeltà o senza  necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi”. In questo caso il maltrattamento dovuto alla sofferenza dei gatti per la morte da avvelenamento potrebbe senz’altro costituire aggravante a questo tipo di reato.  Intanto, nella giornata di ieri, nelle vicinanze del giardino dove sono stati rinvenuti i 4 gatti morti, un cane è stato trovato agonizzante dai padroni: l’animale presentava segni di malessere dovuti a vomito e fuoriuscite incontrollate di feci. Trasportato dai padroni presso una clinica veterinaria, il simpatico animale di nome Ezequiel, veniva prontamente curato e ora risulta fuori pericolo. Una mattanza che ora i condomini temono possa ripetersi.

GENNARO DEL GIUDICE