Il dispositivo emesso dal Giudice Monocratico del Tribunale di Napoli

RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO – la lettera dell’avvocato Maurizio Zuccaro, difensore di Vincenzo Pepe, puteolano che lo scorso 15 ottobre è stato fermato nella Villa Avellino con l’accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio. Il 45enne, processato con rito direttissimo, è stato assolto dal Giudice Monocratico del Tribunale di Napoli in quanto “il fatto non sussiste”.

 

LA LETTERA – Egr. direttore del quotidiano online “Cronaca Flegrea” Quale difensore del sig. Vincenzo Pepe La prego vivamente di pubblicare una secca smentita in ordine al coinvolgimento del mio assistito in un traffico e spaccio di sostanza stupefacente così come pubblicato in data 16 ottobre.

Le faccio presente che nell’immediatezza dei fatti è stata accertata la più totale estraneità ai fatti contestati con una decisione giudiziaria che non lascia spazio alcuno ad illazioni o fraintendimenti. Di tale assunto mi pregio di inviarLe copia, nella quale si legge che “il fatto non sussiste”.

Certo che la notizia che Le porgo avrà la stessa rilevanza di quella che erroneamente accusava di tali gravi reati il sig. Pepe, Le porgo con l’occasione