POZZUOLI – Disco verde dalla giunta comunale alle due delibere con le quali vengono stabiliti gli indirizzi per la concessione, mediante “project financing”, per realizzare opere di adeguamento del parcheggio Multipiano, del parcheggio sottostante Piazza a Mare e della riqualificazione ambientale dell’ex Cava Regia. L’esternalizzazione del servizio – secondo la squadra di governo guidata dal sindaco Enzo Figliolia – porterà un beneficio maggiore rispetto ad oggi con parcheggi attivi h 24 e non limitati nel tempo. Non è sulla stessa lunghezza d’onda il Movimento Cinque Stelle di Pozzuoli.

LA POLEMICA A CINQUE STELLE – «Con la scelta di dare in concessione i parcheggi Multipiano di Gerolomini e quello sottoposto a Piazza a Mare, l’amministrazione Figliolia prosegue nella sua politica di esternalizzazione di lavori e servizi in perfetta continuità con le precedenti giunte di centrodestra. Sindaco ed assessore alla Mobilità usano il “paravento” del miglioramento del servizio, ma per noi si tratta solo di incapacità a gestire e valorizzare il personale interno, scarsa volontà di pianificare e programmare, ma anche una certo favore per le politiche neoliberiste. Meglio smontare pezzo per pezzo la macchina comunale ed affidare tutto ai privati anche quando, come nel caso della sosta, la gestione interna non sarebbe gravosa e complessa», tuonano i pentastellati puteolaniMa la giunta non fa marcia indietro in quanto sostiene che i concessionari, che avranno la gestione dei parcheggi per venti anni, dovranno garantire un processo di ottimizzazione del servizio e riqualificazione delle tre strutture comunali, la manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili, l’apertura del parcheggio 24 ore al giorno, il rispetto delle tariffe stabilite dall’amministrazione, la corresponsione di un canone annuale .

PROCEDURE DI GARA SOTTO LA LENTE – «E’ da dicembre scorso che chiediamo dei piani con analisi costi-benefici per la concessione dei parcheggi, ottenendo risposte vaghe ed approssimative. Sembra che finalmente con l’assessore Gerundo abbiamo colmato questa “lacuna”, anche se è molto strano che la decisione di esternalizzare sia stata presa prima di aver condotto le opportune valutazioni tecniche, economiche e gestionali. Analizzeremo approfonditamente i documenti, probabilmente non riusciremo a bloccare la decisione, ma almeno vigileremo affinché non vengano fatti regali in “stile Benetton”. I 20 anni di concessione ci sembrano, in prima battuta, esagerati rispetto agli investimenti richiesti ed il canone concessorio troppo basso», dichiara il consigliere comunale del M5S, Domenico Critelli. Polemico pure il consigliere Antonio Caso (M5S): «Il Multipiano dei Gerolomini oggi è in leggera perdita a causa di una conduzione pessima. Con una migliore gestione del personale ed un po’ di automazione si potrebbe tenere aperto il parcheggio H24 e tenere i conti in attivo. Nel 2017 nel Multipiano sono stati impiegati 14 dipendenti comunali ed 8 Lsu per un costo totale di circa 500mila euro, a fronte di incassi pari a circa 480.000€. L’assessore Gerundo ci deve spiegare che fine faranno i dipendenti, il cui costo dovremo comunque continuare a sostenere. L’introito comunale in seguito alla concessione sarebbe, secondo l’assessore, di 200mila euro più una certa percentuale sugli incassi (chi e come controllerà?), che sicuramente non saranno sufficienti a coprire il costo del personale. Temiamo, inoltre, la perdita di controllo sulle tariffe. Leggeremo attentamente gli atti e vigileremo sulle procedure di gara per evitare che venga fatto un ‘pacchetto preconfezionato’.»