POZZUOLI – Nella serata di ieri si è svolta la manifestazione per chiedere la riapertura della Stazione dei Carabinieri di Licola, promossa dall’associazione “Licola Mare Pulito”. Lo stabile è stato chiuso per carenze strutturali ad Agosto 2017, ma, ad oggi, non sono ancora partiti i lavori di ristrutturazione e non sono chiari i motivi del ritardo. Discreta è stata la partecipazione dei cittadini, la maggior parte residente nella zona, mentre occorre registrare, purtroppo, l’assenza delle istituzioni.

L’APPELLO DEI CITTADINI – La richiesta è quella di ripristinare in tempi rapidi uno dei pochi presidi istituzionali e di legalità presenti nel quartiere, che sconta da decenni una situazione di degrado e di abbandono. I cittadini e le associazioni di Licola denunciano da tempo le scarse condizioni di sicurezza del territorio, che si sono aggravate da quando la Caserma è stata chiusa, almeno dal punto di vista della sicurezza percepita. In tanti si sono mostrati preoccupati per alcuni episodi criminali accaduti di recente. Molti residenti hanno raccontato di avere sempre più paura di uscire di casa, soprattutto nelle ore serali. Con il presidio dei Carabinieri tutti si sentivano più sicuri e protetti. Da qui l’appello alle istituzioni per velocizzare il più possibile l’inizio dei lavori, ma anche per un maggiore impegno complessivo per la riqualificazione del quartiere.