Il laboratorio di odontotecnica è stato sequestrato nel Rione Toiano di Pozzuoli

POZZUOLI – Realizzava protesi per denti scaricando nell’area i fumi e provocando un grave danno all’ambiente. A scoprirlo sono stati i carabinieri della stazione di Pozzuoli coadiuvati da personale ispettivo dell’Asl Napoli 2 che hanno denunciato in stato di libertà un odontotecnico 69 enne di Portici.

I CONTROLLI – L’uomo, secondo quanto emerso dagli accertamenti eseguiti da parte de militari dell’arma, aveva attivato nel Rione Toiano e più precisamente  in via Sergio Orata, un laboratorio artigianale per la produzione di protesi dentarie immettendo nell’atmosfera fumi industriali senza autorizzazioni.

SANZIONI – Inoltre, i carabinieri durante il sopralluogo, svolto nel locale che sorge nei pressi del Comune di Pozzuoli, hanno contestato al 69enne violazioni a norme sull’attività d’impresa a fronte delle quali sono state comminate sanzioni per circa 1.000 euro. Pertanto, visti le mancanze da parte dell’uomo, a conclusione dei controlli i militari hanno sottoposto a sequestro preventivo le attrezzature e l’intero laboratorio.