L'ingresso della scuola "Montessori" di Monterusciello

POZZUOLI – Un istituto completamente smantellato, da cui i ladri portarono via praticamente tutto. Termosifoni, rubinetti, wc, porte, maniglie e perfino gli infissi. Oggi il  “Plesso Montessori” di Via Eduardo Scarpetta, nel quartiere di Monterusciello è una “scuola fantasma” con il cancello d’ingresso sbarrato e un cartello affisso che ne comunica la chiusura.

COMUNE PARTE CIVILE CONTRO I LADRI – Intanto, gli oltre 100 bambini iscritti alla materna sono stati costretti ad “emigrare” nella vicina  succursale “Diaz” in via Saba in attesa di “tempi migliori”. Un conto alla rovescia che partirà lunedì 23 settembre, quando avranno inizio i lavori di recupero dell’istituto. Ad annunciarli è l’assessore alla pubblica istruzione del comune di Pozzuoli Alfonso Trincone «E’ stato espletato un bando di gara a ribasso con base d’asta di 80mila euro e finalmente, come comunicatomi dall’ingegnere comunale incaricato, lunedì inizieranno i lavori di recupero dell’edificio – spiega Trincone – Il costo delle opere è a carico del comune di Pozzuoli che, tra l’altro, si è costituito parte civile contro questi delinquenti che, da come mi hanno comunicato, sono anche stati arrestati. L’auspicio è che quanto prima gli alunni della Montessori possano ritornare nella loro scuola».

 

GDG