POZZUOLI – Sono oltre trenta le scosse registrate nel primo pomeriggio a rientranti in uno sciame sismico fortunatamente senza conseguenze. Le principali, quella avvertite dalla popolazione dei Campi Flegrei ed in particolare di Pozzuoli e Agnano, sono state registrate alle 14 e 34 (magnitudo 0.4 e profondità di un chilometro) alle 14 e 38 (magnitudo 0.8 e profondità di un chilometro) alle 14 e 41 (magnitudo 1.4 e profondità di due chilometri) alle 14 e 42 (magnitudo 0.7 e profondità di due chilometri) e alle 14 e 58 (magnitudo 1.8 e profondità di tre chilometri) La scossa più forte è arrivata alle 15 e 09, con una magnitudo di 2.4 e una profondità di 2,5 chilometri. L’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha sottolineato come si stia monitorando costantemente la situazione. A rassicurare la popolazione anche il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia: «È in corso uno sciame sismico. Sono in contatto con l’Osservatorio Vesuviano che ci invita a non creare allarmismi e panico. L’Osservatorio sta controllando l’attività per garantire la nostra sicurezza. Tutto rientrerebbe nella dinamica dello stato di allerta giallo di attenzione della caldera dei Campi Flegrei, nella normale attività del territorio».