– Pozzuoli ormai si può considerare ripulita, salvo qualche criticità ancora aperta i cumuli di rifiuti vanno via via sparendo. Il Comune di Pozzuoli sta ottenendo scarichi straordinari in diversi STIR collocati un po’ in tutta la Regione.
NAPOLI LASCIA SPAZIO ALLA PROVINCIA – Gli scarichi straordinari ottenuti da Pozzuoli sono da attribuire in parte alla pressione del neo Sindaco, ma soprattutto a funzionari in grado di affontare l’emergenza con competenza e professionalità, dall’altro allo spazio liberato da Napoli, che mandando all’estero i suoi rifiuti sta facendo spazio a Pozzuoli e agli altri Comuni della Provincia.
LA NECESSITA’ DEL “PORTA A PORTA” – Liberate le strade dai sacchetti ora si aspetta

Il Rione Toiano libero dai rifiuti

 

Mezzi in azione in via Modigliani

l’inizio della tanto annunciata raccolta “porta a porta” annunciata una decina di giorni fa dal Sindaco Magliulo. Partire subito con il “porta a porta” è una necessità vitale, in primo luogo perché sarebbe una soluzione al problema rifiuti e non una tampone (come lo sono gli scarichi straordinari) e secondariamente perché assieme ai rifiuti stanno sparendo anche i cassonetti. Con meno cassonetti in circolazione se si fermasse o solo rallentasse la raccolta la creazione di nuovi enormi cumuli sarebbe immediata. Partire subito con la differenziata ha comunque i suoi problemi, nel suo proclama dopo l’ordinanza il sindaco Magliulo annunciava la raccolta differenziata per 25.000 cittadini.
 – Farla partire oggi ha le sue difficoltà pratiche, siamo in piena estate e tutto irrimediabilmente va a rilento. Anche quando inizierà la consegna del materiale alle famiglie (che non è ancora iniziato) si dovrò fare i conti con il periodo estivo, le ferie e le relative assenze dei cittadini. Intanto da registrare calma piatta sul fronte “isole ecologiche” o come le definisce più correttamente la delibera di giunta “siti di conferimento”. Non è partito nessun lavoro di adattamento o preparazione per i siti individuati dalla giunta Magliulo, dove si dovrebbe conferire il differenziato secco. La situazione generale migliora quindi ma lo stallo sulla differenziata rischia di invalidare tutto il buono fatto in queste settimane.

Centro Tennistico a Monterusciello, area destinata divenire "isola ecologica"

 

ANGELO GRECO

[email protected]