Una palazzina del Rione Toiano interessato dai lavori

POZZUOLI –  Dopo le nostre innumerevoli segnalazioni finalmente inizieranno i lavori su via Toiano dopo che la strada nella primavera scorsa sprofondò a causa di alcune perdite d’acqua dalle condutture. Un appalto assegnato per 66mila euro e che dovrebbe rendere di nuovo percorribile la strada dopo molti mesi di chiusura. Sperando sempre che i lavori proseguano spediti e che non ci siano i soliti intoppi burocratici a fermare le opere. Intanto la gente sembra aver perso di vista il vero problema che attanaglia tutto il rione Toiano.

Le crepe nei palazzi

PERICOLI –  Le continue perdite d’acqua dalle tubature sotterranee, l’ultima nelle cosiddette case “Parcheggio” sempre in via Toiano dove in questi giorni gli operai sono intervenuti per riparare l’ennesimo tubo esploso che ha allagato la strada d’ingresso alle case “Parcheggio”. Ma torniamo alle perdite d’acqua sotto ai palazzi toianesi ed in particolare a via Cicerone, via Ovidio e via Catullo, dove spesso i cittadini residenti nei palazzi di Toiano hanno segnalato alle autorità evidenti anomalie relative a sprofondamenti alla base degli edifici. Qualcuno ha mai controllato la staticità dei palazzi? Sono state fatte le verifiche sulle fondamenta? Questo non è dato sapersi, ma noi che siamo curiosi siamo andati a vedere in che condizioni sono le basi dei palazzi dopo le innumerevoli segnalazioni dei cittadini.

LE “PROVE” DEI PERICOLI –  Ebbene le nostre foto parlano da sole, un’evidente abbassamento del manto stradale proprio sotto agli edifici in corrispondenza delle fondamenta. Una situazione molto preoccupante per chi guarda ad occhio nudo e per questo molti residenti chiedono perizie all’Istituto autonomo case popolari che è il titolare delle abitazioni toianesi. La responsabilità delle perdite d’acqua dalle condutture pubbliche è invece del Comune di Pozzuoli che qualche anno fa ha appaltato ad una ditta privata il servizio di manutenzione della rete idrica. Ma le nostre foto parlano molto chiaro, quindi cosa stanno facendo gli enti preposti? Si aspetta una tragedia? La gente vuole sapere e soprattutto vuole essere tranquillizzata sulla staticità e sulla sicurezza di quelle case dove abitano moltissimi puteolani.

ANGELO GRECO
[email protected]

LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]