La conferenza di presentazione di "Assimprese"

POZZUOLI-  Nasce l’associazione “Assimprese Italia Pozzuoli”, organizzazione di commercianti per l’economia e lo sviluppo della città. “Assimprese Italia” nasce circa 3 anni fa con lo scopo di fare associazionismo puro, con una quota associativa di  appena un euro. Già affermata a livello provinciale, oggi “approda” sul territorio flegreo. La presentazione domenica mattina, nello scenario de “Gli Dei” di Pozzuoli.  Un’iniziativa che invita politici e commercianti a camminare a braccetto per programmare e migliorare le sorti della città. Protagonisti della giornata Tobia Falcetti, presidente; Michele Vanacore, componente provinciale; Ciro Fiola, membro delegato provinciale; Carlo Morra, assessore alle attività produttive del comune di Pozzuoli. Durante la presentazione sono stati , inoltre, premiati i commercianti storici della città e consegnate targhe a tutti gli associati. Vincitori della spilla d’oro per il premio alla carriera Raffaele Maiorano “La Cantinola”; i fratelli Antimo e Giuseppe Vallozzi, maestri d’ascia; Antonio Felaco di “Ottica Felaco” ; Procolo Lubrano proprietario del ristorante “Europa”. E’ stato inoltre consegnato un premio alla memoria a Luciano Di Somma.

 

L’ASSOCIAZIONE – «Assimprese nasce per essere presente sul territorio, per lo sviluppo delle nostre aziende, per il commercio, il turismo, l’artigianato, per lo sviluppo di Pozzuoli lavorando al fianco delle Istituzioni» queste le parole con cui Tobia Falcetti, presidente dell’associazione, ha dato il via alla presentazione. Un’associazione, dunque, per il “bene di Pozzuoli” e di tutta l’area flegrea. «Oggi ci troviamo ad affrontare un momento di grande crisi e dobbiamo dare una svolta» spiega Michele Vanacore, componente provinciale dell’associazione  «È arrivato il momento della risalita obbligatoria dopo anni di degrado e di abbandono. Siamo pronti a dare il nostro contributo all’amministrazione attraverso un confronto sereno e soprattutto costruttivo. Soltanto unendo le forze ed eliminando l’interesse del singolo per quello comune riusciremo a riportare il commercio di Pozzuoli in una fase crescente». Non è mancato all’appuntamento l’Assessore alle attività produttive Carlo Morra, che ha lanciato un monito per avviare una nuova fase del commercio cittadino «Dobbiamo fare un salto di qualità confrontandoci. Solo unendo le forze possiamo superare questa fase di crisi. Dobbiamo integrare le forze imprenditoriali,politiche e sindacali per programmare il futuro. Programmare vuol dire dare regole certe. Dobbiamo coniugare gli interessi dei turisti,dei residenti e delle imprese»

 

 COSA FARA’ PER LE IMPRESE ? – «Offrire servizi, collaborare con le amministrazioni al fine di garantire lo  sviluppo delle imprese sul territorio – spiega Ciro Fiola, membro delegato provinciale – Gli obiettivi e i traguardi che ci siamo prefissi sono molto ambiziosi. Abbiamo intenzione di costituire uno o più centri commerciali naturali,cosi come previsto dalla legge regionale, per costituire il distretto turistico affinchè, di concerto con la  Regione, si decidano le ripartizioni delle risorse regionali sul turismo. E ancora, la maggior parte degli esercizi commerciali sulla zona di Pozzuoli operano nell’ambito della ristorazione, della gastronomia e non tutti sanno occorre rinnovare la licenza dell’utif.  Noi ci interessiamo anche a questo in modo che  le aziende non cadano in errore ed incorrano in una multa di mille euro. Stiamo collaborando con i comuni sulla Tares che può essere trasformata in Tarsu e quindi non necessita di aumenti. Queste sono solo alcune delle cose a cui si interesserà l’associazione sull’area  di Pozzuoli. L’associazione territoriale avrà tutto il sostegno del provinciale,del regionale e del nazionale per sviluppare l’associazione su Pozzuoli e per offrire tutti i servizi»

 

ELENA DE MARI