POZZUOLI – Continua l’attività della Polizia Municipale di Pozzuoli finalizzata a reprimere i reati ambientali. Nelle ultime tre settimane sono stati elevati molti verbali nei confronti di chi ha dolosamente abbandonato rifiuti in diverse zone del territorio cittadino. Gli illeciti amministrativi hanno riguardato, in particolar modo, il deposito di rifiuti mal differenziati e depositati al di fuori dell’orario stabilito per la raccolta: ciò ha determinato cumuli di rifiuti addossati in alcune strade e buste di rifiuti organici all’esterno dei fabbricati. Grazie al sistema di videosorveglianza del territorio e delle telecamere “discrete” installate dalla Polizia Municipale, inoltre, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria alcuni titolari di attività di vendita di prodotti ittici, che avevano abbandonato numerose cassette di polistirolo all’interno dell’area parcheggio ex Sofer, nonché nell’area antistante lo stazionamento bus di via Fasano, e sversato in modo illecito questi rifiuti organici che vanno smaltiti con una particolare procedura.

RIFIUTI SPECIALI – Dei rifiuti speciali, non pericolosi, infine, sono stati abbandonati in via Brancati a Monterusciello e in via Reginelle; le pattuglie della Polizia Municipale dislocate sul territorio, grazie ad un’attività investigativa, sono riusciti a risalire ai colpevoli dell’atto abusivo: si tratta di due residenti del Comune di Giugliano. «Il nostro territorio è purtroppo vittima troppo spesso di criminali che vengono da altre zone per abbandonare rifiuti di ogni genere – dichiara l’assessore Fiorella Zabatta-. Ci troviamo a dover sopperire con i nostri uomini, i nostri mezzi ed i fondi comunali alle malefatte di gente senza scrupoli. Bisogna considerare queste attività come illecite e chi le commette un criminale. L’ambiente in cui viviamo va tutelato e difeso. È per questo motivo che chiediamo alla cittadinanza vicinanza e collaborazione con l’amministrazione nella lotta ai reati ambientali». «Nell’ultima settimana – aggiunge il sindaco Vincenzo Figliolia –siamo intervenuti anche in alcune zone, come in via Vecchia Campana, via Cupa Cigliano o in una struttura abbandonata sul lago d’Averno, per rimuovere rifiuti di ogni sorta, dai materiali di risulta ai copertoni d’auto in disuso, sversati deliberatamente. L’attività della polizia municipale è importante perché diventa un deterrente e incide sul cambiamento delle cattive abitudini. Noi cerchiamo di controllare tutto il territorio a trecentosessanta gradi ma non è semplice. Inevitabilmente qualcosa sfugge. Ma non demordiamo, anzi stiamo tentando di acquistare altre telecamere per salvaguardare ancora di più il territorio e l’ambiente e rafforzare i controlli».