Il corteo in via Oberdan

POZZUOLI – Una sfilata tra musica, striscioni e fumogeni colorati. Una manifestazione, pacifica e ordinata, all’insegna dell’unione tra i diversi movimenti giovanili, tutti compatti nell’urlare “Pozzuoli antifascista”. Il corteo si è svolto contro il movimento nazi-fascista “Alba Dorata Europa” che dovrebbe tenere la sua assemblea costituente nella città puteolana il prossimo 14 luglio. Centocinquanta i partecipanti alla manifestazione che è partita da Largo palazzine per proseguire lungo via Carlo Rosini, via Marconi e chiudersi in piazza della Repubblica.

IN 150 PER LE STRADE – «Siamo qui per ribadire che siamo contro il fascismo e contro “Alba Dorata” – sottolinea Carlo Morra, assessore comunale al Commercio, presente al corteo – questo incontro sarà ed è stato scongiurato, non potremmo mai accettare che l’adunata si faccia nella nostra città dalla storica tradizione operaia e antifascista». Nonostante tutti dicano che l’incontro non si farà, nessuna disdetta è stata ancora ufficializzata, sul sito del movimento di destra compare ancora l’invito per l’incontro all’hotel sulla Solfatara per la prossima domenica. Numerosi gli agenti di polizia che hanno scortato il corposo gruppo e tanti i curiosi che si sono affacciati dalle finestre e soffermati per strada.

UNIONE TRA I GIOVANI PUTEOLANI – « E’ un corteo preventivo – dice Dario Chiocca rappresentante Cgil Pozzuoli  – che raccoglie e unisce i gruppi giovanili flegrei che originariamente la pensano in maniera diversa ma ora sono uniti in un unico concetto “La democrazia per il fascismo non esiste perché esso è l’antitesi della democrazia”. La libertà di riunione va garantita a tutti, tranne a chi vuole imporre la propria visione del mondo con la violenza».

STRISCIONI ANCHE DAI MERIDIONALISTI DEMOCRATICI – Presente anche il capogruppo del “Sole che Ride” a Pozzuoli, Paolo Tozzi: «Per quanto ci riguarda metteremo in campo tutte le azioni previste dalla legge per impedire questa manifestazione che potrebbe avere anche seri problemi di ordine pubblico dovuto ad una probabile contro iniziativa dei movimenti anti fascisti dell’ area flegrea. I neo nazi fascisti non sono ospiti graditi a Pozzuoli». In piazza della Repubblica striscione dalla sede dei “Meridionalisti democratici”, gruppo che ha acceso i riflettori sulla futura e possibile presenza dei “Dorati italiani” a Pozzuoli.

VIOLETTA LUONGO

LE FOTO (Angelo Greco)

[cronacaflegrea_slideshow]