L'assessore alla Pubblica Istruzione Alfonso Trincone

POZZUOLI – Tra polemiche e rischio licenziamenti prende il via domani il servizio di refezione scolastica. Come da programma, infatti, da lunedì 14 ottobre gli studenti degli istituti scolastici puteolani potranno usufruire del servizio offerto dalla “EP GM Esposito”, azienda che si è aggiudicata l’appalto nel Comune di Pozzuoli. Tutti tranne le classi elementari e dell’infanzia del “Plesso Trincone”, appartenente al Primo Circolo Didattico, la cui dirigente ha rifiutato la ditta che si è aggiudicata il bando indetto dal Comune di Pozzuoli scegliendo i servizi offerti da un pub. «E’ una libera scelta che ha fatto la dottoressa Palomba, dirigente del Primo Circolo Didattico – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione Alfonso Trincone – Il preside ha un’autonomia gestionale e ogni dirigente può scegliere a chi affidare il servizio in maniera diretta anche se, così facendo, si mettono a serio rischio numerosi posti di lavoro visto che si riducono il numero di pasti e di conseguenza la mole di lavoro per l’azienda».

 

RISCHIO LICENZIAMENTI – Una decisione che potrebbe creare serie ripercussioni in termini occupazionali. Infatti, se da una parte il pub che gestirà il servizio per il plesso vedrà incrementare il numero dei pasti da servire, dall’altro la ditta EP (che da poco ha inaugurato un centro cottura pasti nel quartiere di Monterusciello) si ritroverebbe con meno pasti da servire rispetto al numero preventivato. Dunque, una riduzione di commesse che potrebbe, a sua volta, spingere la ditta romana a “tagliare” le unità lavorative che attualmente sono in organico. «La ditta che si è aggiudicata l’appalto ha fatto grossi investimenti per migliorare il servizio, come la realizzazione di una mensa nel quartiere di Monterusciello costata centinaia di migliaia di euro. Ora – prosegue Trincone –  se tutto il primo circolo vi aderisce si mettono a serio rischio decine di posti di lavoro visto che parliamo del più grande e numeroso circolo della città di Pozzuoli».

 

GENNARO DEL GIUDICE