La filiale del Banco di Napoli dove è avvenuta la rapina

POZZUOLI –  Rapina da 200mila euro ieri a Pozzuoli all’ingresso del Banco di Napoli di via Terracciano. D.F.R., ragioniere e contabile di un impianto di distribuzione di carburanti, intorno alle 8.30 è stato aggredito e rapinato da quattro uomini armati di pistole. I rapinatori, con ogni probabilità, conoscevano la loro vittima e sapevano della somma di denaro in suo possesso visto che, anziché attendere la sua uscita dalla filiale come spesso accade per il classico “filo di banca”, l’aggredivano all’entrata.

LA RAPINA –  A conoscenza anche delle sue abitudini e dei suoi movimenti i banditi raggiungevano  l’uomo in via Terracciano proprio mentre stava per fare ingresso nell’istituto di credito. Giunti a bordo di due scooter con i volti coperti dai caschi integrali i quattro accerchiavano la vittima intimandogli, pistole in pugno, di consegnare i soldi in suo possesso. Ne nasceva un tentativo di reazione da parte dell’uomo a cui seguiva una colluttazione, ma nonostante ciò i banditi riuscivano ad impossessarsi del denaro e a darsi alla fuga con un bottino di 200mila euro.Alla scena assistevano diversi passanti e clienti della banca e dei vicini uffici. Intanto la vittima, rimasta ferita durante l’aggressione, veniva soccorsa da alcune persone e trasportata all’ospedale “Santa Maria delle Grazie”di Pozzuoli dove i sanitari gli diagnosticavano uno stato di shock e lievi contusioni, con una prognosi di 5 giorni. Sul caso in queste ore stanno indagando gli agenti del Commissariato di Polizia di Pozzuoli diretti dal Vice Questore Michele Cante che giunti sul luogo della rapina, hanno effettuato i rilievi del caso ascoltando le testimonianze di alcuni testimoni e della stessa vittima. La scena potrebbe essere stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza poste all’esterno della banca.

IL PRECEDENTE –  L’episodio di ieri mattina ricorda quanto accaduto lo scorso 3 luglio quando un altro ragioniere, P.D.F., responsabile di uno degli stand all’interno del mercato ortofrutticolo all’ingrosso di Pozzuoli si vide costretto, sotto la minaccia delle armi, a consegnare ai rapinatori 6mila euro, proventi dell’incasso dell’attività per la quale lavorava. In quell’occasione, per mettere in atto la rapina, quattro malviventi provocarono un incidente in viale dell’Europa Unita, a pochi passi dalla struttura dalla quale l’uomo era uscito per recarsi in banca. Prima ancora, lo scorso 13 gennaio, la stessa filiale del Banco di Napoli di Via Terracciano fu assaltata da 4 uomini armati di fucili a canne mozze: quel giorno, dopo aver seminato panico e terrore tra clienti e dipendenti, i rapinatori fuggirono con un bottino di 4mila euro.

GENNARO DEL GIUDICE