Filippo Monaco (Pozzuoli Futura) con l'ex sindaco Agostino Magliulo

POZZUOLI –  Dopo quella di Vincenzo Figliolia, arrivano le reazioni degli altri leader politici puteolani dopo l’approvazione del PUA da parte del commissario straordinario Ugo Mastrolitto. Anche se più in maniera decisamente più “cauta” e pacata rispetto alle parole di condanna del leader del centrosinistra, a parlare è stato il segretario del movimento politico Pozzuoli Futura, Filippo Monaco: «Non comprendiamo la decisione del commissario. L’ ’approvazione del Pua è un impegno importante. Anche se il Commissario aveva il potere di farlo, sarebbe stato necessario un confronto con i partiti o, meglio, aspettare l’’insediamento della nuova amministrazione. È la dimostrazione che in questa città è indispensabile tornare a parlare di politica».

POLEMICA SULLE ELEZIONI –  Per quanto riguarda gli incontri per stabilire le alleanze della prossima tornata elettorale, Filippo Monaco dichiara: «Nel corso dell’incontro avuto con la delegazione dell’Udc, svolto in una serena e franca atmosfera dialettica, Pozzuoli Futura, ha confermato la sua disponibilità a dialogare con tutti a partire dai programmi. È irresponsabile che la politica locale continui ad avvitarsi su nomi e coalizioni improbabili e, in qualche caso, incestuose. Sin dai primi giorni dopo lo scioglimento del Consiglio Comunale abbiamo auspicato che con uno scatto di lucidità e di responsabilità si potesse dare vita ad un Governo di “larghe intese” o di “salute pubblica” che, autorevolmente, potesse affrontare i gravissimi problemi della città. Ma pare che, con sterile alterigia, tutti siano convinti di avere in tasca la ricetta miracolosa. Ribadiamo che Pozzuoli ha bisogno di un programma snello e credibile che fissi una scala di priorità a partire dal risanamento delle istituzioni, del bilancio e del territorio».

REDAZIONE