Gli LSU saliti in segno di protesta sui silos

POZZUOLI –  E’ iniziata alle prime ore del mattino una protesta da parte degli Lavoratori socialmente utili del comune di Pozzuoli all’esterno dei cancelli della sede della “De Vizia”  l’azienda incaricata dall’ Ente locale per la raccolta dei rifiuti in città.

ALLE TRE DEL MATTINO  i lavoratori socialmente utili hanno occupato fisicamente l’entrata della sede operativa della “De Vizia Transfer”  impedendo ai camion compattatori di svolgere il regolare ed essenziale servizio di prelievo.

ARRAMPICATI –  Due Lsu hanno raggiunto alcuni silos presenti nell’area di cantiere e sono saliti in cima in segno di protesta. Alla base delle dimostranze ci sarebbe la richiesta di stabilizzazione.

SITUAZIONE TORNATA ALLA NORMALITA’ –  Dopo alcune ore i Lavoratori socialmente utili hanno abbandonato la sede della “De Vizia” permettendo così agli automezzi di uscire dal cantiere ed operare il prelievo dei rifiuti in città. “Il servizio è rimasto interrotto per alcune ore , ma siamo riusciti ad assicurare una parte del servizio, poi in mattinata abbiamo ripreso normalmente tutte le attività– ha dichiarato Francesco Caruso responsabile della società addetta al prelievo dei rifiuti. Non sappiamo per quale motivo questi lavoratori abbiano occupato la nostra sede, l’importante è essere riusciti ad assicurare il servizio“.

I lavoratori Lsu che bloccano l'ingresso e l'uscita dei camion della "De Vizia"

LA CONDANNA –  Alla base della protesta ci sarebbe la richiesta da parte dei socialmente utili di essere stabilizzati. Infatti dopo i momenti concitati della mattinata sono arrivate le dichiarazioni di Giuseppe Dardano, rappresentante sindacale dei Lavoratori socialmente utili del Comune di Pozzuoli: “Le modalità con cui si è svolta la protesta stamattina non sono condivise dal sindacato che invece sostiene la pretesa legittima da parte dei lavoratori di aspirare alla stabilizzazione. Nel corso dell’amministrazione Magliulo di cui ho fatto parte, si è messo in campo un lavoro di ampliamento della raccolta differenziata che avrebbe portato al potenziamento della forza lavoro dedicata a questo servizio. Ed è proprio questo che i lavoratori socialmente utili del comune di Pozzuoli rivendicano e cioè la possibilità di essere assorbiti in servizi nei quali poi già operano nell’Ente locale. Inoltre a metà gennaio ci incontreremo conil Commissario prefettizio per discutere della questione e valutare se ci sono sbocchi lavorativi stabili per gli Lsu“. Intanto il servizio di prelievo dei rifiuti in città è tornato a funzionare normalmente.

REDAZIONE

LE FOTO DELLA PROTESTA
[cronacaflegrea_slideshow]