Il direttore generale dell'Asl Na2 Nord

POZZUOLI –  L’epilogo di una lunga mattinata di caos e tensione arriva intorno alle 13 e 30 quando il direttore dell’ASL Napoli2 Nord Giuseppe Ferraro viene fatto uscire da una porta secondaria dell’ufficio postale di Monterusciello dove qualche minuto prima si era rifugiato. Ad attenderlo ci sono decine di persone che urlano “vergogna, vergogna” mentre il dirigente, protetto dagli agenti, sale a bordo di un’automobile che va via scortata da Polizia e Carabinieri. Intanto, un uomo viene identificato e condotto al Commissariato di Polizia di Pozzuoli. Solo dopo le 14 in via Capuana la situazione ritorna alla normalità con la folla che lascia lo spiazzale dell’Asl Napoli 2 Nord portando con sé un lungo strascico di polemiche e contrastanti ricostruzioni dei fatti.

Polizia e Carabinieri sul posto

I FATTI-   Hanno avuto  inizio nella tarda mattinata di oggi, mentre era in corso un incontro tra la dirigenza dell’Azienda Sanitaria Locale e un gruppo di sindacalisti e lavoratori. Oggetto della discussione, la delibera numero 47 e le nuove norme adottate dall’azienda contestate dai dipendenti. Tra i presenti c’era anche il direttore generale dell’ASL Napoli 2 Nord Giuseppe Ferraro. A lui che un gruppo di disabili e dipendenti del PSAUT (il presidio ospedaliero di Varcaturo per il quale è stata disposta la chiusura e il trasferimento all’ospedale “Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli il prossimo 12 novembre) chiedevano un incontro ricevendo in cambio un netto rifiuto. A quel punto ne nasceva un parapiglia.  Secondo il racconto dei manifestanti lo stesso direttore avrebbe spintonato una donna disabile L.D.C., facendola cadere. Versione che contrastava con quella fornita dallo staff del direttore secondo la quale Ferraro sarebbe stato schiaffeggiato dalla disabile.

DIRETTORE ASSERRAGLIATO –  Un episodio che comunque scaldava gli animi dei presenti che iniziavano ad inveire contro il dirigente sanitario. Ferraro, circondato da decine di persone inferocite, veniva fatto uscire dai locali dell’Asl e condotto nei vicini uffici di Poste Italiane dove rimaneva asserragliato per circa un’ora. Intanto sul posto giungevano i poliziotti del Commissariato di Pozzuoli diretti dal Vice Questore Michele Cante e i carabinieri della vicina stazione di Monterusciello. La donna disabile raccontava di essere stata spintonata da Ferraro e veniva soccorsa dai sanitari del 118 e trasferita all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli. Fuori intanto si scatenava la rabbia di quasi cento persone che inveivano contro il direttore generale costretto alla “fuga” da un’uscita secondaria.

GENNARO DEL GIUDICE

LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]