Il tratto di via Solfatara all'altezza del ponte della Metropolitana

POZZUOLI – Stava attraversando la strada con in braccio il nipotino di due anni quando è stato investito da uno scooter di Poste Italiane guidato da una donna. Dopo una lunga agonia non ce l’ha fatta Luigi Castellano, 72 anni, residente a Pozzuoli,  deceduto nella notte di ieri all’ospedale “Pellegrini” di Napoli. Miracolosamente illeso il piccolino che era con lui. Sulla salma dell’uomo il Pubblico Ministero ha disposto l’autopsia e il sequestro delle cartelle cliniche dagli ospedali in cui il 72enne è stato ricoverato dopo l’incidente. Indagata per omicidio colposo la dipendente di Poste Italiane che si trovava alla guida del mezzo.

 

LA TRAGEDIA – Il dramma si è consumato nel pomeriggio di martedì, intorno alle 14.30, in via Solfatara, nei pressi del ponte della Metropolitana di Pozzuoli.  A travolgere Luigi Castellano una giovane dipendente dell’ufficio postale di via Terracciano, investito insieme al nipotino in prossimità delle strisce pedonali. Nell’impatto il nonno è sbalzato a terra rimanendo gravemente ferito mentre il pivvolo, protetto dall’uomo, è caduto sul selciato rimanendo miracolosamente illeso. Soccorso, l’uomo è stato prima trasportato all’ospedale “Santa Maria Delle Grazie” di Pozzuoli e in serata, in seguito al peggioramento delle sue condizioni, trasferito all’ospedale “Pellegrini” di Napoli dove poi deceduto. Nulla di grave invece per il bambino che è stato trasferito al “Santobono” di Napoli: le sue condizioni non destano alcuna preoccupazione.

 

I SEQUESTRI – La donna alla guida del ciclomotore è stata invece ascoltata dagli agenti della Polizia Municipale diretti dal comandante Carlo Pubblico e dal capitano Silvia Mignone che stanno indagando sull’accaduto. Nessun testimone avrebbe assistito all’incidente. Nonostante la strada sia particolarmente trafficata e vicina alla stazione della metropolitana, dal comando di Polizia Municipale di Pozzuoli fanno sapere che “nessuno ha fornito notizie utili per ricostruire l’accaduto”. Dopo il decesso il Pubblico Ministero di turno ha disposto il sequestro delle cartelle cliniche presso gli ospedali “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli e “Pellegrini” di Napoli dove l’uomo è stato ricoverato. Nella giornata di ieri la salma di Luigi Castellano è stata trasferita presso il centro di medicina legale del Secondo Policlinico dove giovedì sarà effettuata l’autopsia. Indagata per omicidio colposo la dipendente di Poste Italiane. Sequestrato lo scooter.

 

GENNARO DEL GIUDICE