POZZUOLI – All’ingresso l’insegna di un centro massaggi per mascherare un giro di prostituzione di giovanissime ragazze. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri nel quartiere di Monterusciello, che hanno arrestato un uomo e una donna “gestori” dell’attività. Il centro, aperto circa 6 mesi fa all’interno di un appartamento, sorgeva in via Monterusciello, nei pressi di attività commerciali a poche centinaia di metri dallo svincolo della Variante Anas. E’ qui che i militari della stazione di Licola hanno fatto irruzione ieri dopo un’attività di indagine partita nelle settimane scorse.PUBBLICITA’ SU INTERNET – L’attività veniva pubblicizzata anche su siti internet dove il centro veniva descritto come luogo in cui essere oggetto di attenzioni particolari da parte delle massaggiatrici. Queste ultime era giovanissime: in particolare al momento dell’irruzione i carabinieri hanno trovato una 21enne e una 27enne entrambe di Napoli. Nei guai invece sono finiti i due gestori, M.A., una 24enne di Quarto, e il socio V.F., 24enne di Giugliano, arrestati per sfruttamento della prostituzione in concorso e tradotti ai domiciliari.

VENTI EURO – I militari hanno appurato che i 2 si occupavano di accogliere i clienti e contrattare la prestazione, che veniva a costare tra i 60 ed i 100 euro, pagando poi alle ragazze appena 20 euro. Sequestrati anche la documentazione contabile dell’attività, l’incasso giornaliero e l’intero appartamento.

LE FOTO