POZZUOLI – «Se volete rimanere dovete pagare altrimenti prendete le ambulanze e andate via». Con queste parole il personale e i mezzi della “Intersecurity” sono stati fatti uscire dal parcheggio dell’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli. A raccontarlo è il responsabile dell’associazione di volontariato Onlus Emilio Battocchio, già in passato vittima di estorsione da parte dei clan della zona. Emilio, insieme al fratello Alfredo e ad altri 12 volontari, porta avanti la Onlus proprietaria di due ambulanze per emodialisi in convenzione con l’Asl Napoli 2 Nord. Mezzi che durante il giorno fanno la spola tra le abitazioni dei pazienti e il nosocomio dove rimangono parcheggiate dalla sera fino alle prime ore del mattino.

LA DENUNCIA – «Uno dei responsabili della Parking Evolution, nuova cooperativa che gestisce il parcheggio dell’ospedale, ci ha intimato di far uscire le nostre ambulanze perchè ci siamo rifiutati di pagare. -spiega Battocchio- Riteniamo assurda questa richiesta visto che forniamo un servizio volontariato e in convenzione con l’Asl. Inoltre c’è un protocollo d’intesa che prevede la presenza dei mezzi della nostra associazione nel parcheggio. Ma la cosa assurda è che ci è stato chiesto di installare a spese nostre un sistema di telecamere di sorveglianza nel parcheggio. Cosa che ci siamo rifiutati di fare e che ha portato alla nostra cacciata. Abbiamo lasciato pacificamente l’area ma non ci fermeremo davanti a quello che riteniamo un vero e proprio atto di prepotenza e prevaricazione».