via Roma deserta

POZZUOLI – Con il nuovo piano traffico entrato in vigore da sabato 27 ottobre, sono stati apportati diversi cambiamenti anche in merito alla sosta delle auto presenti in via Roma e in Via Fasano. Da qualche giorno sono stati istallati tra le due vie diversi pannelli che indicano il divieto di sosta e di fermata continuo per l’intero arco della giornata e la zona e’ presidiata stabilmente da una volante dei vigili urbani per evitare anche la semplice sosta temporanea dei veicoli.

PROTESTA DEI COMMERCIANTI– A farne le spese sono stati i commercianti delle due vie che a loro insaputa si sono trovati,al mattino di sabato, istallati i divieti di sosta e di fermata pregiudicando così l’ingresso negli esercizi commerciali della gente che ha faticato ancor di più a trovare un posto auto per poter parcheggiare il veicolo. La protesta e’ scattata già al mattino con alcuni commercianti che hanno cercato di avere spiegazioni dai vigili urbani sul perché della non comunicazione anticipata del divieto di sosta e delle ripercussione negative che porterebbe sulle attività dei commercianti della zona.

Il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia

LETTERA DI PROTESTA AL SINDACO – Dopo le proteste di ieri, i commercianti delle zone di Via Roma e Via Fasano hanno presentato una lettera al sindaco Vincenzo Figliolia per portare alla sua attenzione il disagio e il grave danno economico del nuovo piano traffico recato alle attività della zona interessata. I commercianti, in questa lettera, chiedono un incontro con le autorità amministrative al più presto per studiare una nuova soluzione che non pregiudichi troppo le attività commerciali altrimenti il rischio è quello “della protesta per difendere i nostri interessi e la sopravvivenza delle nostre famiglie”.

IL TESTO –  La presente per portare alla sua attenzione il disagio ed il grave danno economico che il nuovo dispositivo al traffico avviato nella nostra città, ha causato ai commercianti di via Fasano e via Roma. Infatti pur apprezzando gli sforzi dell’amministrazione comunale di migliorare la circolazione ed il traffico veicolare, il divieto assoluto sia della sosta, che della sola fermata temporanea lungo tutta via Fasano e via Roma, ha avuto sin dal primo giorno delle ripercussioni negative gravissime sull’attività dei commercianti della zona. Peraltro la presenza per l’intera giornata di una pattuglia della  polizia municipale ha impedito a chiunque anche la semplice sosta temporanea per l’acquisto di un semplice giornale o per far scendere dall’auto qualche massaia diretta ai numerosi negozi presenti in zona. Comprendiamo lo sforzo per rendere operativo il dispositivo, tuttavia la presenza dei suddetti agenti della polizia municipale, che operavano con atteggiamento privo di qualunque flessibilità, ha creato momenti di tensione e indotto in qualcuno il dubbio che la loro presenza in quel preciso punto fosse sospetta ed al limite del provocatorio. Come commercianti di via Fasano e via  Roma chiediamo un incontro con le autorità cittadine che hanno competenza in materia, per studiare una soluzione che senza vanificare gli sforzi organizzativi dell’amministrazione comunale, non pregiudichi troppo l’attività commerciale. Come certamente ad una persona della Sua sensibilità non sfuggirà, viviamo un momento già critico per le attività imprenditoriali, molti commercianti hanno dovuto chiudere le proprie attività, altri versano in equilibri economici molto precari, per cui un ulteriore penalizzazione potrebbe risultare letale per molti di noi e lasciare sul lastrico le famiglie di moltissimi addetti tra titolari e dipendenti. Contiamo in un rapido riscontro da parte Sua Sig. Sindaco, affinché gli animi già esasperati,  non sfocino in manifestazioni di protesta clamorose, che certamente nessuno di noi  auspica ma alle quali siamo disposti nostro malgrado a dar vita, per difendere i nostri interessi e la sopravvivenza delle nostre famiglie. Le chiediamo quindi un intervento correttivo tempestivo e la disposizione alla polizia municipale di una presenza sul posto della stessa entità di quella che garantisce altrove e non la sospetta e ingiustificata presenza “fissa” all’inizio di via Fasano. Certi del Suo sollecito intervento a tutela di una nutrita popolazione di Suoi amministrati la salutiamo con deferenza.

FRANCESCO ATTARDI