I merluzzetti sequestrati dalla Guardia Costiera di Pozzuoli

POZZUOLI – Nel mirino dei controlli della Guardia Costiera di Pozzuoli i ristoranti e i locali dell’area flegrea per prevenire la vendita vietata di specie ittiche sotto taglia. Nello specifico bandita la pesca e la vendita di astici, aragoste, cernie, merluzzi, triglie, protagonisti delle specialità culinarie della zona, che tanto danno arrecano all’ecosistema marino. Tali esemplari di pesci e crostacei, pescati e consumati prima di giungere allo stato adulto, di fatto interrompono il rinnovarsi del ciclo di riproduzione delle specie marine.

SEQUESTRATI PICCOLI MERLUZZI – La guardia Costiera, diretta dal tenente di Vascello, Andrea Pellegrino, oltre alla vigilanza del litorale con le proprie unità navali, ha dato la dovuta attenzione al settore della pesca passando al setaccio i numerosi ristoranti della zona, e, soprattutto, il Mercato Ittico, primo punto di approdo della vasta produzione ittica della pesca professionale flegrea. Le verifiche hanno portato al sequestro e alla distruzione di grossi quantitativi di merluzzo allo stato giovanile e sotto taglia minima, i trasgressori sono stati denunciati.