POZZUOLI – Una Pasquetta all’insegna del rigore quella che vivranno i puteolani, dopo l’ordinanza firmata dal sindaco Vincenzo Figliolia che vieta il trasporto ed il consumo di cibi e bevande lungo le strade e negli spazi verdi della città. Il primo cittadino, infatti, dopo quanto verificatosi negli ultimi anni – con numerosi casi di giardinetti e tratti di lungomare insudiciati da comitive alle prese con i pic-nic – ha di fatto proibito di mangiare il più classico dei prodotti pasquali di Napoli, vale a dire il “casatiello” e i suoi “simili” come pizze rustiche e tortani. L’ordinanza entrerà in vigore dalle ore 8 di lunedì giorno di Pasquetta e resterà valida fino alle 8 di martedì 2 aprile.

LE MOTIVAZIONI – Nel documento si fa riferimento a «un bene pubblico da tutelare attraverso attività poste a difesa, nell’ambito delle comunità locali, del rispetto di norme che regolano la vita civile, per migliorare le condizioni di vivibilità dei centri urbani, la convivenza civile e la coesione sociale – nonché a – comportamenti connessi al trasporto, all’uso ed al consumo di prodotti alimentari tipici e a bevande a contenuto alcolico, anche al di fuori dei locali commerciali e di intrattenimento, che sono causa di pregiudizio, grave, al decoro urbano della città di Pozzuoli ed alla vivibilità cittadina». Dunque, quest’anno niente gite fuori porta muniti di cibi da consumare all’aperto per i puteolani, ma anche per i tanti turisti che in questo periodo visitano la città pena multe da parte della Polizia Municipale.