Il volantino e il preservativo regalati al "Parco dell'Amore"

POZZUOLI – Continua a far parlare di sé il “Parco dell’Amore” che mercoledì sera ha aperto i battenti sulla Solfatara di Pozzuoli e subito diventato bersaglio di “accuse” da parte del Vescovo di Pozzuoli Monsignor Gennaro Pascarella e del Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia che non hanno “gradito” la presenza de “La Parada de l’ Amor”. «Nonostante le invettive della Chiesa ed i controlli a tappeto dei vigili urbani – raccontano il responsabile regionale dei Verdi Ecologisti campani Francesco Emilio Borrelli e lo speaker radiofonico Gianni Simioli – il parco dell’ amore a Pozzuoli, come documentato dal sito www.cronacaflegrea.it, sta avendo un successo clamoroso. Tanti giovani entusiasti arrivano ogni giorno per passare in intimità e sicurezza del tempo con le loro loro dolci metà. Don Pier Paolo Mantelli esponente della curia puteolana e vicino al Vescovo ha utilizzato delle frasi assurde e a nostro avviso fuori luogo per criticare questa iniziativa definendo il parco dell’ amore “una discarica di immoralità”. Parole che purtroppo fanno comprendere che da un certo mondo ecclesiale a nostro avviso arretrato il sesso viene concepito ancora oggi allo stesso modo di una discarica di rifiuti. Intanto nonostante i continui interventi della polizia Municipale di Pozzuoli – continuano Borrelli e Simioli – che si è sistemata in pianta stabile sul sito ,neanche si trattasse di un covo di camorristi o spacciatori, il primo love parking di Pozzuoli è già stato preso da esempio da tanti altri napoletani intraprendenti»

NON COMBATTERE IL “PARCO DELL’AMORE” – «Il Parco dell’ Amore a Pozzuoli è una innovazione positiva – conclude il capogruppo dei Verdi Ecologisti al comune di Pozzuoli Paolo Tozzi – che non deve essere combattuta ma vista come una opportunità di sviluppo e sicurezza per i nostri giovani. Bisogna che le istituzioni e la Chiesa si modernizzino e siano al passo con i tempi».