Auto in sosta selvaggia lungo Via Napoli

POZZUOLI – Se si stesse parlando di un prodotto messo sul mercato da un’azienda per commercializzarlo, potremmo dire che il prodotto in questione in assenza di un’adeguata campagna pubblicitaria sarebbe destinato a fallire in partenza. E questa sorte sta toccando proprio al parcheggio Multipiano dei Gerolomini. Aperto da quattro mesi, il parcheggio è ancora ben lontano dall’essere utilizzato in maniera efficace, efficiente ed economica. A supporto di ciò, bastava vedere quel che è accaduto nella zona di via Napoli nel pomeriggio di domenica o meglio in un qualsiasi pomeriggio festivo, che complice il buon tempo, porta moltissime persone al lungomare Sandro Pertini.

Il Multipiano deserto

MACCHINE PARCHEGGIATE OVUNQUE – Purtroppo questa era la triste scena alla quale si poteva assistere. A farla da padrone era in particolar modo la sosta selvaggia sul marciapiede del lungomare, laddove dovrebbero invece vigere il divieto di sosta e l’ordinanza anti-abusivi voluta dall’amministrazione comunale. Così per l’intera giornata si sono viste persone costrette a camminare in strada a causa delle auto presenti lungo il marciapiede, con il rischio di essere investite dai veicoli che sopraggiungevano dalla sede stradale ed accesso quasi impossibilitato al lungomare per le persone in carrozzina. Senza contare i danni collaterali. Ormai il basolato dei marciapiedi, oltre ad aver assunto un altro colore, in moltissimi punti è andato in frantumi ed un eventuale sostituzione comporterà un onere per l’intera collettività.

MULTIPIANO VUOTO! – Mentre nella zona di via Napoli regnava il massimo caos, con circa duecento auto in divieto di sosta e tantissime persone che vagavano alla ricerca spasmodica di un posto auto libero, il parcheggio multipiano dei Gerolomini era nel contempo completamente è desolatamente vuoto. Infatti nonostante una capienza di ben 300 posti auto (gli ulteriori 36 presenti sull’attico non sono ancora utilizzabili), all’interno della struttura erano presenti solo quindici auto al pianterreno. Primo, secondo, terzo e quarto piano totalmente deserti. Una situazione questa che risulta essere paradossale, se si pensa che per realizzare il multipiano, dopo anni di interminabili lavori, sono stati spesi quasi undici milioni di euro e che l’opera in questione può e deve rappresentare una soluzione alla carenza di posti auto in città e in particolar modo nella zona del lungomare Pertini.

A 400 metri dalla rampa di accesso non vi è alcuna indicazione relativa al parcheggio

“SOLDI BRUCIATI” – A ciò si aggiungono poi le spese sostenute periodicamente per mantenere in funzione la struttura, la quale consta di circa venti addetti suddivisi su tre turni tra Lsu e guardie giurate. Parcheggio multipiano che per le carenti e modeste modalità di gestione attuate finora, anziché portare benefici in termini economici e di posti auto tende più che altro a rappresentare un “asset” negativo. Infatti il coefficiente di occupazione della struttura (Posti venduti h/ Posti offerti h), risulta essere consuetudinariamente di gran lunga inferiore al livello di equilibrio, situazione questa che nel caso di una struttura gestita in forma privata e non ne decreterebbe  l’immediata chiusura (dal giorno di apertura, secondo gli addetti, la massima capacità raggiunta è stata di solo 120 posti auto occupati a fronte dei 300 disponibili).

CAMPAGNA INFORMATIVA ASSENTE – Una delle cause principali che ha contribuito al mancato utilizzo del parcheggio, sin dalla sua apertura avvenuta nei primi di novembre è stata l’assenza di un’adeguata campagna informativa oltre che di un piano di gestione del parcheggio, che potesse renderlo immediatamente usufruibile per i residenti. Infatti la meticolosità che è stata utilizzata nell’installare i cartelli stradali relativi al piano traffico non è stata la stessa per  il parcheggio multipiano, che veniva aperto quasi in concomitanza con l’avvio del suddetto piano, di cui, stando a quanto riportato dal documento di studio elaborato dall’Ufficio mobilità del comune con il supporto di un esperto della facoltà di Ingegneria della Università Federico II di Napoli, doveva rappresentare una sua fondamentale determinante. Il che ha fatto sì che in città siano pochissime le persone a conoscenza della messa in funzione del parcheggio, del luogo in cui è ubicato e degli orari di apertura e chiusura.

ASSENZE –  Scenario che non può certo presentarsi migliore per le persone, che provenendo da altre zone, decidono di trascorrere alcune ore di svago nella nostra città. Difatti da Porta Napoli e fino in prossimità della rampa di accesso al multipiano, non vi è la presenza di un solo cartello che indichi l’esistenza del parcheggio e la stessa cosa può dirsi per il sito istituzionale del comune di Pozzuoli che non riporta alcuna indicazione in merito. Situazione questa che ormai da diversi mesi fa rimanere basiti gli stessi addetti del multipiano, i quali attraverso le pagine del nostro giornale invitano l’intera cittadinanza ad usufruire del parcheggio in località Gerolomini. Parcheggio che è in funzione dal lunedì al giovedì dalle ore 8 alle 22 e dal venerdì alla domenica (compresi i festivi) dalle 8 alle 2 del giorno successivo, con il costo della sosta che è lo stesso previsto per le strisce blu, ossia di  un euro all’ora o frazione d’ora. C’è una struttura nuova, con molti posti auto, non resta che utilizzarla.

GENNARO VOLPE

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]