Il parcheggio del Comprensorio ex Olivetti

POZZUOLI – I lavoratori del comprensorio ex Olivetti sono sempre più terrorizzati dal rischio di furti. Secondo quanto da loro denunciato, negli ultimi mesi il parcheggio antistante il Comprensorio sarebbe stato preso di mira da delinquenti, che per racimolare pochi soldi creano danni anche consistenti  alle loro auto. Per fortuna, fino ad ora non si sono verificati episodi di violenza contro le persone ed i “colpi” sono stati messi a segno sempre quando il parcheggio era deserto. Inoltre, ad oggi, nessuno ancora è riuscito ad assistere ai furti, tutti regolarmente denunciati alle autorità competenti.

LA STORIA – Una delle vittime è M. I., un impiegato che lavora per la società di telecomunicazione Vodafone e che da più di 10 anni si reca abitualmente al Comprensorio Olivetti. Il 16 maggio, in pieno giorno M.I., impossibilitato nel parcheggiare all’interno,  lasciava la sua auto, solo per qualche ora, proprio in quella parte di parcheggio. Ma al suo ritorno verso le 17, doveva fare i conti con una “cattiva sorpresa”: ignoti avevano forzato la portiera e rubato lo stereo, danneggiando anche una parte degli interni. Ladri che per l’ennesima volta avevano forzato un’auto in sosta  nonostante il via vai all’interno di quel parcheggio, particolarmente frequentato dai dipendenti delle varie aziende che operano nel Consorzio e dai clienti delle vicine attività commerciali.

LA RABBIA – «Mi ha assalito subito un senso di rabbia e di sgomento – racconta M.I. che spiega di aver presentato regolare denuncia contro ignoti-  È assurdo che si parcheggia l’auto per andare a lavoro e si riceve un danno tanto grave. Sono andato subito a denunciare ai carabinieri l’accaduto e con mia sorpresa ho saputo che non era il primo episodio che si verificava in quel parcheggio. È inaccettabile che un’area che ospita così tanti veicoli, utilizzata da tante persone che si apprestano a svolgere la loro dura giornata di lavoro, possa essere diventata crocevia di delinquenti che per pochi euro rubano e danneggiano automobili. Oltretutto i furti sono avvenuti tutte in pieno giorno per cui non è da sottovalutare anche la sicurezza delle persone che, come noi, frequentano il parcheggio. Bisogna intervenire! Bisogna fermare il ripetersi di questi episodi.  – conclude la vittima – È a rischio anche l’incolumità di tanti ragazzi e ragazze che lavorano nel comprensorio Olivetti e che sono costretti a fermare i loro veicoli in quel parcheggio».

 

CARMEN DEL CORE