La villetta incriminata

POZZUOLI – Il furto dei tombini in ghisa a Monterusciello, così come in tutta la periferia puteolana sono una storia vecchia di diversi mesi. Questi infatti  sono “merce preziosa” e fanno molto gola a predoni malintenzionati che li estirpano per fonderli e venderne poi la ghisa al mercato nero. Puntualmente il Comune si trova a pagare per l’acquisto e l’installazione dei nuovi tombini, per non lasciare pericolose buche lungo le strade che potrebbero causare danni ad automobilisti, centauri ciclisti e chiunque la percorre.

I PERICOLI –  Ma ci sono posti dove i tombini asportati non sono stati sostituti, come nel caso della “villetta” che sorge nei pressi del centro commerciale di Monterusciello, tra via Levi e via Modigliano. In questo spazio  dove molte persone si recano per fare jogging o semplicemente portano a spasso i loro animali domestici i tombini sono stati asportati lasciando aperte pericolosissime buche, diventate un reale pericolo. In alcuni casi il vuoto lasciato è stato coperto alla ben meglio con spartitraffico in plastica, rami e altre coperture di fortuna, con lo scopo di  segnalare il pericolo che però è sempre reale. E tra i maggiori esposti ai rischi ci sono proprio i bambini che, essendo lo spazio interdetto alle auto, rischiano a piedi o in bici di incappare in qualche buca. Così come per chi, specie  nella penombra della sera, porta i cani a passeggio. Insomma potenziali pericoli alla “luce del sole”di fronte ai quali si necessiterebbe di un intervento del Comune per il ripristino delle sicurezza nell’area eliminando il pericolo e ristabilendo immediatamente la normalità.

ANGELO GRECO
LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]