di Gennaro Del Giudice

L'auto finita contro un muro

POZZUOLI – Non si è fermato all’alt dei carabinieri dando vita a un folle inseguimento di oltre 25 chilometri partito dal Rione Traiano e conclusosi contro il muro di un’abitazione al Rione Toiano di Pozzuoli. Durante la fuga, alla guida di una Peugeot 307,  ha urtato numerose vetture lungo la Tangenziale e tentato più volte di buttare fuori strada l’auto dei carabinieri. Venticinque chilometri di strada percorsi a folle velocità, senza fermarsi al casello di Agnano prima di imboccare l’uscita di Cuma dove ha poi percorso un tratto di strada controsenso. Nello schianto ha distrutto un muro, una centralina del gas che provocato una fuga spaventando quanti si trovavano all’interno dello stabile, tra cui i bambini di una scuola di danza.

 

L’ARRESTO – Protagonista di un pomeriggio di autentica follia è Salvatore Mignano, un 24enne incensurato di Casalnuovo. Il giovane è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bagnoli diretti dal Capitano Nicola Quartarone. Addosso al 24enne i militari hanno rinvenuto un grammo di cocaina, motivo per il quale il giovane non si è fermato all’alt intimato dagli uomini di una pattuglia impegnata in via Tertulliano, al Rione Traiano di Napoli, durante un controllo del territorio finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di droga. Agli inquirenti che lo hanno interrogato Mignano avrebbe detto di non essersi fermato per “paura di finire in carcere”.

 

L’INSEGUIMENTO – Il giovane è stato arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. L’inseguimento è iniziato poco dopo le 16. Senza fermarsi all’alt intimatogli dai militari, il 24enne ha imboccato a Fuorigrotta la Tangenziale in direzione Pozzuoli, dando il via ad una corsa a folle velocità. Numerose le auto urtate dalla Peugeot che correva inseguita dai carabinieri. Poi la folle corsa controsenso nei pressi dei “Damiani”, dove ha perso il controllo della vettura schiantandosi contro il muro. Sul posto sono giunti anche i militari della Compagnia di Pozzuoli e i vigili del Fuoco che hanno messo in sicurezza l’area.

 

LE FOTO (di Angelo Greco)

[cronacaflegrea_slideshow]