Una manifestazione di "Alba Dorata" in Grecia

POZZUOLI – “Area flegrea antifascista” questo lo striscione che oggi sfilerà per le strade puteolane per dire “no” al movimento nazi-fascista “Alba Dorata Europa” che si riunirà a Pozzuoli il 14 luglio. Alla manifestazione hanno dato la loro adesione i movimenti politici giovanili e associazioni di tutta l’area flegrea in un passaparola veloce, tramite il web, alla notizia dell’arrivo di “Alba Dorata Europa”.

400 PERSONE AL CORTEO – «Ci aspettiamo una corposa presenza – spiega Raffaele Postiglione presidente dell’associazione “Diversamente Giovani”, promotrice della protesta – almeno 400 persone prenderanno parte al corteo. Si partirà da Largo Palazzine, alle ore 17.30, per poi proseguire in via Carlo Rosini, via Marconi, per concludersi con una assemblea all’aperto in piazza della Repubblica. Abbiamo invitato l’amministrazione comunale ma, ad oggi, non abbiamo ricevuto risposta».

SUL SITO DI ALBA DORATA APPARE L’INVITO SULLA SOLFATARA – “Alba Dorata Europa” è un movimento di estrema destra legato all’omonimo partito greco che conta 18 membri su 300 nel Parlamento ellenico e gode di un forte consenso, costruito sul malcontento popolare, il nazionalismo, la xenofobia e l’anti-europeismo. L’assemblea costituente era prevista a Pozzuoli in un hotel sulla Solfatara, ma la stessa struttura alberghiera ha fatto marcia indietro annullando la prenotazione appena appresa la finalità del raduno. «Nonostante sia stata diffusa la notizia che l’hotel abbia disdetto la prenotazione – aggiunge Postiglione – comunque sul sito di Alba Dorata ancora appare l’invito per il 14 luglio con l’orario e il luogo del raduno, appunto l’albergo sulla Solfatara». Un incontro che per molti appare una provocazione politica anche per la scelta del giorno, il 14 luglio, Presa della Bastiglia, che rischia di esser ricordato per l’adunata di Alba Dorata.

OPPOSIZIONE DELLE FORZE DEMOCRATICHE – Una presa di posizione ferma e contraria arriva anche da un comunicato congiunto di Pd, Sel, Udc, Idv, Centro democratico e lista “Bene comune” di Pozzuoli, preceduto da un documento da parte di numerose associazioni cittadine tra cui “Noi Resistiamo Qui” e “Pozzuoli è Tua”: «Le forze democratiche puteolane si oppongono al tentativo di Alba Dorata di offendere, con la propria presenza, una comunità come quella di Pozzuoli che fonda le sue radici nella democrazia, nella cultura dei suoi trascorsi operai e nel sangue di chi, oppositore del nazifascismo, da questi fu assassinato».

UN INCONTRO BOCCIATO GIA’ A NAPOLI – “Alba Dorata Europa” aveva già tentato di svolgere la propria riunione al Palapartenope a Fuorigrotta, lo scorso 26 Maggio. Un forte movimento d’opinione, che ha coinvolto cittadini, associazioni e gruppi antifascisti, oltre alla Giunta, ha sventato la minaccia con un corteo che ha provocato il dietrofront dei “Dorati italiani”. Ora ci riprovano a Pozzuoli, città operaia e di tradizione antifascista, ma anche qui hanno trovato dura resistenza. «In tempi di crisi economica e disorientamento politico – si legge nel comunicato congiunto delle associazioni promotrici della protesta – è necessario più che mai individuare subito e stroncare sul nascere qualsiasi tentativo di strumentalizzare i problemi sociali per riproporre ideologie fuorvianti, pericolose e condannate dalla storia».

VIOLETTA LUONGO