POZZUOLI – La gestione del parcheggio sul molo Caligoliano sarà affidata a privati. La sosta, oggi gratuita e limitata alle due ore consecutive, diventerà a pagamento e potrà avere al massimo una durata di 24 ore consecutive. L’apertura sarà garantita tutti i giorni dalle ore 7:00 del mattino alle 4:00 di notte. La decisione è stata presa nel corso della riunione di Giunta del 28 Aprile scorso. Secondo l’Amministrazione, l’attuale gestione diretta risulta troppo onerosa per le casse comunali e pertanto sono state date disposizioni alla dirigenza affinché venga predisposto il bando di gara per l’esternalizzazione del servizio.

LINEE D’INDIRIZZO – La gara dovrà essere condotta con il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa e dovrà prevedere elementi premianti per chi garantirà il reimpiego e la stabilizzazione del maggior numero di operatori portuali attivi sul posto sino al 2016. Il vincitore della gara dovrà, inoltre, accollarsi le spese derivanti da tutte le attività e prestazioni previste dalla legge per garantire la sicurezza. L’area dovrà essere lasciata libera da autovetture tutti i giorni dalle 04:00 alle 07:00, tranne che nei giorni di fine e inizio anno ed in occasione della festa della Madonna Assunta. In ogni caso la sosta non potrà superare le 24 ore continuative per garantire una maggiore rotazione d’uso degli stalli. Durata della concessione e meccanismi tariffari saranno definiti dai dirigenti durante la redazione del bando.

LA CONCESSIONE REGIONALE – Recentemente il Comune di Pozzuoli è riuscito ad ottenere dalla Regione la modifica della vigente concessione demaniale: più spazio da destinare a parcheggio, possibilità di imporre un pagamento per la sosta e l’opportunità di riqualificare il vecchio faro con relativa passeggiata. L’area del nuovo molo (marrone in figura) resta ancora affidata al Commissario in quanto sottoposta a lavori di riqualificazione, il tratto di circa 160 metri che va dal vecchio faro fino a metà molo (in viola) resterà destinato a traffico navale commerciale mentre la restante parte (in arancione) sarà destinata a parcheggio, fatta salva una fascia di ampiezza di 11 m (azzurro) destinata al passaggio degli automezzi di servizio. Si tratta di una superficie utile per la sosta di circa 3350 mq che, secondo un calcolo approssimativo, potrà ospitare circa 160 auto. Nasce spontanea una domanda: fino ad oggi il Comune lo ha gestito “in perdita” concedendo però la sosta gratuita, ora che c’è la possibilità di istituire un ticket e coprire i costi di gestione e ricavarne anche dei profitti da reinvestire in città, perchè privatizzarlo?