I controlli sono stati effettuati dagli agenti di Polizia Municipale di Pozzuoli

POZZUOLI –  È di tre locali notturni multati e diffidati e altri due chiusi per sette giorni il bilancio dei controlli condotti dalla polizia municipale di Pozzuoli per il rispetto dell’ordinanza sindacale firmata dal primo cittadino, Vincenzo Figliolia, in materia di rispetto del divieto della musica ad alto volume oltre la mezzanotte. Nello specifico, i vigili urbani hanno effettuato controlli in vico Marinai, via Cavour, corso della Repubblica e via Magazzini per monitorare l’uso della musica ad alto volume in modo da non arrecare disturbo alla quiete dei residenti della zona.

MANCANZA DI AUTORIZZAZIONI – Tutti e cinque i locali risultavano privi delle necessarie autorizzazioni per l’installazione di impianto audio (Hi-Fi). In due casi si è trattata di recidiva e per questi locali è scattata la denuncia con sospensione dell’attività di somministrazione al pubblico di bevande e alimenti per sette giorni consecutivi, con espresso avvertimento che, nel caso incorressero nuovamente in analoga violazione, l’esercizio commerciale sarà passibile della sospensione dell’attività fino a tre mesi consecutivi.

CONTRO “L’ANARCHIA” – «Da settimane stiamo realizzando una serie di interventi che mirano alla tutela dell’ordine pubblico, alla repressione del fenomeno dei parcheggiatori abusivi, alla tutela dei residenti e dei ristoratori del lungomare – sottolinea il sindaco Vincenzo Figliolia – Pozzuoli sconta anni di anarchia amministrativa, ma ora è il momento dell’inversione di tendenza con il ripristino delle regole del vivere civile. L’amministrazione comunale sta cercando di contemperare i diritti e le esigenze dei residenti con quelli dei tanti imprenditori onesti che hanno investito a Pozzuoli e che sono i benvenuti. Da parte nostra non c’è alcun intento punitivo, ma siamo convinti che il ripristino e il rispetto delle regole venga prima di ogni cosa e sia il fondamento per vivere e lavorare tutti meglio. I cittadini stanno dimostrando di apprezzare il nostro sforzo per il ripristino della legalità sotto tutti i punti di vista».