Via Cosenza subito dopo il raid vandalico

POZZUOLI –  Una notte di follia, fatta di distruzione e violenza per i sei giovani che sabato notte hanno completamente devastato una strada del centro storico di Pozzuoli. La cui posizione nelle ultime ore è peggiorata: a loro carico è arrivata anche una denuncia al comando di Polizia Municipale di Pozzuoli da un uomo che poco prima dell’alba di sabato ha raccontato di aver subito un’aggressione da sei giovani, di età compresa tra i 17 e i 20 anni.

L’AGGRESSIONE –  L’uomo, residente a Pozzuoli, pare che avesse tentato di far desistere i teppisti cercando di fermare la loro furia distruttiva. Ma finendo poi per essere aggredito, ferito e costretto a ricorrere alle cure dei sanitari  dell’ospedale “Santa Maria delle Grazie”. Aggressione alla quale avrebbe assistito anche alcuni passanti, alla quale è seguita la distruzione di via Cosenza, dove tutte le piante e le fioriere sono state rovesciate e distrutte. Scene che venivano riprese alle 4.06 del mattino da tre telecamere di videosorveglianza collocate all’esterno di alcuni negozi che, con immagini nitide, hanno consegnato i volti dei teppisti ora ricercati dagli uomini della Municipale che da sabato mattina stanno raccogliendo indizi utili: «Nessuno ancora si è costituito, ma attraverso le immagini stiamo risalendo anche ai loro nomi – ha dichiarato il comandante Carlo Pubblico – con questa denuncia la loro posizione si è aggravata ulteriormente».

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]