Il punto dove la donna è stata investita

POZZUOLI –  Attimi di paura e tensione questa sera a Monterusciello dove una donna è stata investita mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali. Il conducente della vettura sceso dall’abitacolo per sincerarsi dell’accaduto in pochi minuti veniva accerchiato da decine di persone accorse sul posto. A quel punto,  per il timore di essere linciato dalla folla l’automobilista riusciva a divincolarsi scappando nella vicina caserma dei Carabinieri. La donna, che nell’impatto aveva riportato serie ferite veniva soccorsa e trasportata all’Ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli.

L’IMPATTO –  Questo è quanto successo intorno alle 18 di questa sera in via Antonio De Curtis a Monterusciello lungo lo stradone in corrispondenza delle case popolari del lotto 18. La donna, 55 anni e residente del posto stava attraversando la strada dopo aver fatto la spesa quando improvvisamente veniva falciata da una Fiat Punto. Secondo diversi testimoni che hanno assistito alla scena pare che l’automobilista al momento dell’impatto procedesse a bassa velocità e che ad incidere sulla perdita di controllo della vettura sia stato l’asfalto reso liscio dalla leggera pioggerellina che in quel momento stava cadendo: un mix che provocava un “effetto-sapone”. Nell’urto,  comunque violento, la donna finiva a terra riportando serie ferite in diverse parti del corpo.

LA PAURA E LA FUGA –  Intanto la scena veniva notata da diversi passanti che immediatamente accorrevano in soccorso della donna. L’automobilista, dopo essersi accorto di aver provocato l’incidente, scendeva dalla vettura per prestare anch’egli soccorso. Nel frattempo però la folla sul posto aumentava e nell’attesa dell’arrivo dei soccorritori la tensione e la rabbia nei confronti dell’automobilista iniziavano ad aumentare a tal punto che il giovane, vistosi accerchiato e col timore di essere linciato, decideva di risalire in macchina e scappare. Ma la sua fuga non era mirata a far perdere le tracce, ma bensì per trovare rifugio in un luogo sicuro: la caserma dei Carabinieri. infatti, il giovane si dirigeva nella vicina Caserma di via Salvatore di Giacomo, dove spaventato raccontava l’accaduto.

POLEMICHE E UN SECONDO INCIDENTE –  Nel frattempo i militari si dirigevano sul posto per effettuare i rilievi del caso. Sul luogo dell’incidente giungeva anche una pattuglia di agenti della polizia municipale. La donna ferita, ma non in pericolo di vita, veniva soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli. Momenti di tensione non mancavano nemmeno all’arrivo dell’ambulanza quando, secondo alcuni testimoni, il marito della donna in preda prendeva a calcia l’ambulanza. E nemmeno il tempo di ripristinare il manto stradale che un nuovo incidente si registrava nello stesso punto dove qualche minuto prima: in questo caso, a scontrarsi in un tamponamento erano due vetture, una fiat seicento e una fiat brava. Fortunatamente l’urto provocava solo danni alle vetture, ma l’incidente alimentava le polemiche da parte dei residenti per quanto riguarda le condizioni del manto stradale, la segnaletica orizzontale poco visibile e la scarsa illuminazione lungo la strada.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]